Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ALTRA BATOSTA MA CON MENO RIMPROVERI

Condividi l'articolo

OLBIA – Virtus Roma – Banco di Sardegna Sassari 76-99 (22-35; 37-61; 50-82)

Virtus Roma: Hadzic 6, Beane 9, Baldasso 15, Cervi 9, Telesca 4, Ticic 1, Robinson 10, Evans 15, Nizza, Iannicelli 7, Jovanovic. All. Bucchi.

Banco di Sardegna Sassari: Spissu 8, Martis, Bilan 14, Treier, Pusica 8, Kruslin 11, Devecchi 3, Re 6, Burnell 13, Bendzius 15, Gentile, Tillman 21. All. Pozzecco.

Per la Virtus Roma esordio per Anthony Beane e secondo test per Robinson e Evans in una sfida segnata in partenza dall’8/8 da tre punti di Sassari nei primi 11’ di gioco. Agli assenti Campogrande ( alle prese con una caviglia sinistra malconcia) e Biordi ( non ancora guarito dal problema al pollice sinistro), si è aggiunto il forfait di Farley per un problema all’altro polso, il destro, mentre prosegue il lavoro individuale di Dario Hunt a Roma. Coach Bucchi ha continuato a ruotare assieme gli effettivi disponibili del roster affidandosi solo a capitan Baldasso con Hadzic dello “starting five”, alzando leggermente il minutaggio rispetto alle prime quattro uscite e concedendo poi spazio ai quintetti dei giovani aggregati per la preparazione

La Virtus Roma tornerà in palestra domani mattina, in attesa dell’ultimo impegno in Supercoppa lunedì 14 settembre alle ore 17:00 con la Happy Casa Brindisi.

Le parole di coach Piero Bucchi«Purtroppo il mese e mezzo di ritardo si vede tutto. Ci continuano a mancare giocatori e il problema più che per le partite è che non riusciamo ad allenarci come dovrebbe una squadra a questi livelli; dobbiamo comunque fare buon viso a fronte di questa situazione complicata e andare avanti. Tutte queste partite ravvicinate ci creano difficoltà non avendo tutti i giocatori a disposizione, costruire in allenamento in questa situazione è difficile perché ogni tanto qualche ragazzo ha bisogno di riposare proprio in preparazione della gara, se non altro la Supercoppa avrà permesso di far prendere il ritmo gara ai presenti qui a Olbia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *