Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ALTRA GRANDE BATOSTA MA CON DISCRETO MORALE

Condividi l'articolo

OLBIA – Carpegna Prosciutto Pesaro – Virtus Roma 104-60 (23-7; 51-27; 76-40)

Carpegna Prosciutto Pesaro: Drell 22, Massenat 9, Filloy 8, Calbini, Cain 3, Robinson 13, Tambone 10, Mujakovic, Basso 6, Serpilli 12, Filipovity 9, Zanotti 12. All. Repesa.

Virtus Roma: Biordi ne, Campogrande 9, Baldasso 14, Cervi 10, Telesca 1, Ticic 15, Farley 10, Nizza, Iannicelli, Jovanovic 1. All. Bucchi.

Lo schiacciante 104-60 maturato in data odierna nel confronto fra Pesaro e Roma al palazzetto di Olbia, ultimo confronto del girone d’andata di questa 1° fase di Supercoppa Italia, ha visto una Virtus priva di Robinson ed Evans (ancora non inseriti nel gruppo) ma anche dell’influenzato Hadzic e del claudicante Biordi (fattosi male ad un dito della mano sinistra): roster ancor più decimato dunque, per una sfida chiusasi sul 23-7 dopo soli 10′ e con uno “starting five” rinnovato per 2/5 in base agli innesti di Ticic con Telesca senza dimenticare il sempre maggiore minutaggio concesso a Farley insieme ai giovani italiani disponibili. Il +44 finale sintetizza in modo inequivocabile un abisso fin troppo grande, a questo punto, fra i romani e le altre compagini, a dimostrare un momento di pesante difficoltà accentuato dall’infortunio alla caviglia di Campogrande nel finale.

Si può dire poco per quanto visto sul pitturato: la strada è fin troppo lunga ma il morale dei ragazzi di Bucchi deve rimanere impermeabile a risultati brutti come quelli maturati.

Al termine del girone di andata arrivano ora due giorni di stacco dalla competizione nei quali il gruppo di coach Bucchi continuerà la preparazione precampionato. Giovedì 10 settembre alle ore 21:00 il prossimo impegno in campo, sempre contro la Carpegna Prosciutto Pesaro.

Le parole di coach Piero Bucchi«Affrontare questa partita è stato molto difficile viste anche le assenze di due lunghi, Hadzic e Biordi; abbiamo fatto quanto possibile, apprezzo la buona volontà dei ragazzi che sono scesi in campo con il giusto spirito, ma è chiaro che in questo momento c’è troppo divario contro qualunque avversario del nostro girone. Nei prossimi giorni spero di recuperare gli infortunati e inserire lentamente gli americani così da poter disputare delle partite che possano essere utili alla nostra preparazione. L’infortunio a Luca? È uscito camminando sulle proprie gambe, e questo è positivo, speriamo che possa recuperare in fretta, lo capiremo meglio domani mattina».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *