Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ANCHE IL CROTONE SPAZZATO VIA: LA ROMA È INARRESTABILE

Condividi l'articolo

CROTONE – 45’ di spettacolo, poi una gestione volta a risparmiare le energie in vista della gara di domenica con l’Inter nel lunch match. Questo è quello che è andato in scena allo Scida nel match della befana. Fonseca pensa eccome alla sfida di domenica e regala un turno di riposo, almeno inizialmente a Veretout, Pellegrini e Dzeko. La partita però s’indirizza subito nel senso voluto e sperato dai giallorossi: Mkhitaryan da un saggio della sua tecnica arpionando un lancio chilometrico di Villar, avanza sulla sua fascia di competenza e centra un pallone che Borja Mayoral spinge in porta da zero metri. 0-1 e Roma che non si ferma. Il raddoppio è un gioiello di rara bellezza dell’ex Real Madrid che addomestica un bel pallone servitogli da Cristante e lancia un siluro verso la porta di Cordaz, che finisce la sua corsa al sette. Applausi e giallorosso avanti di due con la prima doppietta del numero 21. Il Crotone fatica a riorganizzarsi anche perché Ibanez annulla l’uomo più pericoloso dei rossoblu, junior Messias e in mezzo Cristante e Villar la fanno da padroni. Il pressing alto funziona e Borja Mayoral si guadagna un rigore sacrosanto. Batte Mkhitaryan, vista l’assenza di Veretout e fa 0-3. La ripresa è accademia, anche troppa per la verità: il Crotone infatti segna con Golemic e costringe Pau Lopez ad un paio di interventi importanti. Fonseca non vuole rischiare e tira fuori l’artiglieria pesante (dentro Pellegrini, Veretout e Dzeko), anche perché Carles Peres fornisce zero contributo. Finisce così con la Roma che vince e convince e si prepara alla sfida con l’Inter di domenica all’Olimpico con l’entusiasmo giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *