Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Atlante Eurobasket alla pari per 33 minuti. Forli vince nel finale

Condividi l'articolo

Atlante Eurobasket Roma – Unieuro Forli 69-80

(21-17, 15-24, 16-13, 17-26)

Atlante Eurobasket Roma: Jamal Olasewere 15 (6/11, 0/1), Roberto Gallinat 14 (3/11, 1/4), Alexander Cicchetti 12 (3/6, 1/2), Gabriele Romeo 10 (4/7, 0/1), Lorenzo Bucarelli 6 (3/8, 0/2), Daniele Magro 4 (1/2, 0/0), Kenneth Viglianisi 3 (1/2, 0/1), Valerio Staffieri 3 (0/0, 1/2), Janko Cepic 2 (1/1, 0/1), Eugenio Fanti 0 (0/2, 0/0), Federico Bischetti 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Ludovici 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 21 – Rimbalzi: 41 17 + 24 (Jamal Olasewere 11) – Assist: 18 (Lorenzo Bucarelli 8)

Unieuro Forli: Terrence Roderick 26 (7/11, 1/5), Erik Rush 16 (5/9, 1/5), Yancarlos Rodriguez 14 (0/0, 3/6), Jacopo Giachetti 10 (3/5, 1/2), Davide Bruttini 9 (2/8, 0/0), Nicola Natali 5 (0/0, 1/3), Aristide Landi 0 (0/1, 0/3), Riccardo Bolpin 0 (0/1, 0/0), Luca Campori 0 (0/0, 0/1), Samuel Dilas 0 (0/0, 0/0), Benjamin Babacar Ndour 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 25 / 32 – Rimbalzi: 40 13 + 27 (Terrence Roderick 12) – Assist: 11 (Yancarlos Rodriguez 3)

Sconfitta come da previsioni per l’Atlante Eurobasket Roma contro una Unieuro Forlì che vantava alla vigilia il favore dei pronostici viste le prestazioni di questo inizio di campionato e un organico di gran spessore. L’Eurobasket esce sconfitto dalla gara con i forlivesi ma a testa altissima avendo giocato alla pari con il team di coach Dell’Agnello per quasi 33 minuti chiudendo con soli 11 punti di scarto al termine. il primo quarto iniziava con gli ospiti subito in evidenza il primo break già dopo due minuti con il risultato fissato sul 3 a 10 grazie a due triple consecutive di Rush e Roderick. I romani assestavano la difesa e grazie ha un bel canestro di Cicchetti su assist di Gallinat si riportavano sul 7 a 12 a metà quarto. La rimonta continuava nei minuti successivi e grazie a un gioco da tre punti di Olasewere l’Atlante tornava a -4 (10 -14). Subito dopo, sfruttando un errore avversario, il punteggio andava sul -2 con Cicchetti quando sul tabellone mancavano tre minuti dal termine. I forlivesi erano in netta difficoltà col coach Dell’Agnello che effettuava vari cambi, ma i romani sulla spinta del recupero effettuavano il sorpasso grazie ad un ennesimo canestro di Olasewere a un minuto dalla sirena. il tempo si chiudeva sul 21 a 17 in favore dell Atlante che dimostrava di poter competere con i blasonati avversari nonostante vari errori al tiro e una serata non eccelsa di Gallinat spesso voglioso della giocata spettacolare non sempre riuscita. Come prevedibile nel secondo quarto gli ospiti aveva una grossa reazione grazie soprattutto all’ apporto dell ottimo rodrik ma il team romano riusciva a rimanere a contatto lottando con generosità .Due triple consecutive di Rodriguez e Giachetti davano il più 7 ai forlivesi ( 31 a 38) con quattro minuti ancora da giocare prima dell’intervallo lungo. Atlante ancora in affanno con Gallinat che non riusciva a cambiare il trend della sua gara rimanendo assai impreciso sia al tiro che in fase offensiva, ma prima con Romeo e poi i successivi canestri di Olasewere, che ribadiva nella retina ospite dopo un gran rimbalzo offensivo, e finalmente di Gallinat in contropiede i locali tornavano a solo un punto dagli avversari. L’ennesima amnesia difensiva della formazione di coach Pilot permetteva al team di capitan Giachetti, che capitalizzava ogni errore, di andare al riposo sul 36 a 41. Dopo 20 minuti di gioco le percentuali indicavano i romani più precisi degli avversari nel tiro dal campo con un 15/32 totale a fronte di un 13/31 degli avversari che però risultavano premiati maggiormente ai liberi con un 10/13 contro il 4/6 dell’Atlante che era meno efficace ai rimbalzi con 19 catturati contro i 20 dei forlivesi. Dopo l’intervallo di metà gara i romani rientravano ben motivati e grazie ha una tripla di Gallinat e un bel canestro in contropiede Olasewere tornavano sul 41 a 43 al terzo. I forlivesi in chiara difficoltà con le seconde linee correvano ai ripari e prima Rush su assist di Rodriguez e poi con una tripla dello stesso Rodriguez riportavano lo scarto sul più sei 44 a 50. Roma in campo con Fanti e Romeo insieme tornava a difendere con energia piazzando un buon break con, prima i due libri di Cicchetti e poi un canestro del lungo Magro che sfruttava al meglio il proprio fisico sotto le plance per il 52 a 54, ad un periodo dal termine della gara. Nell’ultimo quarto veniva fuori l’esperienza del team di Dell’Agnello con Giachetti che si ergeva nel ruolo di protagonista non solo in cabina di regia ma anche a livello realizzativo ed erano proprio suoi i 2 punti del primo allungo 52 58 dopo due minuti di quarto. Una eccessiva fiscalità arbitrale già riscontrata nei periodi precedenti penalizzava il team ospite con Roderick al terzo fallo e Landi che commetteva terzo e quarto in pochi secondi provocando la reazione della panchina ospite. Questo non impediva però l’ennesimo break della Unieuro Forlì che si portava sul 55 a 64 con un canestro da tre di Natali a sei minuti dalla conclusione. La fase positiva degli ospiti continuava senza opposizione da parte del team di casa in netta difficoltà nell’ imbastire azioni di gioco lucide tanto che in breve il punteggio vedeva i forlivesi avanti di 13 punti sul 55 a 68. Pilot rimetteva Romeo per Fanti in regia e Roma riusciva a tornare parzialmente in partita con Olasewere che in contropiede segnava il cinquantanovesimo punto dei suoi e scarto ridotto a -11. Pur con possibilità ridotte l’Atlante provava la rimonta ma un netto fallo su Gallinat con canestro realizzato veniva modificato dalla terra arbitrale in fallo di sfondamento con ulteriore beffa per i romani che subivano anche un fallo tecnico alla panchina decisione per lo meno severa visto che gli stessi avevano lasciato andare alle numerose proteste della panchina ospite ad inizio del quarto periodo. Tanta generosità nel finale per i romani con Bucarelli da tre e alcuni canestri in entrata da parte di Romeo che in parte limitavano lo scarto ad un onorevole -11 chiudendo la gara sul 69 a 80. Percentuali finali che vedevano l’Atlante chiudere con un rivedibile 25 su 61 al tiro contro un leggermente migliore 24 su 59 degli ospiti. 16/21 nei liberi per i romani contro il 25/32 dei forlivesi mentre i rimbalzi erano a favore del team di casa che ne prendeva 41 contro i 40 degli avversari. L’Eurobasket dopo il bel successo nel derby con la Stella Azzurra non esce ridimensionata anzi la prova, con i giusti correttivi e un apporto maggiore da parte soprattutto del non sempre costante Gallinat, da fiducia per le prossime gare in programma a cominciare dalla trasferta abbordabile di Pistoia. Dall’altra parte ottimi i punti conquistati dalla Unieuro che bissa, ancora in trasferta, la vittoria di Ravenna di qualche giorno fa ponendosi di diritto a principale antagonista della corazzata Napoli, di Scafati e Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *