Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Atlante ko al fotofinish

Condividi l'articolo

Atlante Eurobasket Roma – Top Secret Ferrara 67-68

(14-26, 16-15, 17-13, 20-14)

Atlante Eurobasket Roma: Jamal Olasewere 17 (8/15, 0/1), Roberto Gallinat 15 (3/9, 1/3), Alexander Cicchetti 14 (6/8, 0/1), Lorenzo Bucarelli 6 (1/7, 0/1), Eugenio Fanti 6 (2/3, 0/0), Gabriele Romeo 4 (0/0, 1/2), Kenneth Viglianisi 3 (0/0, 1/3), Valerio Staffieri 2 (1/2, 0/0), Daniele Magro 0 (0/1, 0/0), Janko Cepic 0 (0/1, 0/3), Federico Bischetti 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Ludovici 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 22 – Rimbalzi: 34 8 + 26 (Jamal Olasewere 11) – Assist: 8 (Alexander CicchettiLorenzo BucarelliGabriele Romeo 2)

Top Secret Ferrara: Alessandro Panni 11 (0/2, 3/7), Kenny Hasbrouck 11 (1/3, 2/7), Tommaso Fantoni 11 (4/6, 0/0), Luca Vencato 10 (0/3, 1/2), Patrick Baldassarre 8 (3/8, 0/4), Hrvoje Peric 8 (4/8, 0/1), Michele Ebeling 7 (2/2, 1/3), Niccolò Filoni 2 (1/2, 0/1), Federico Zampini 0 (0/0, 0/1), Pietro Ugolini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 23 – Rimbalzi: 39 9 + 30 (Patrick Baldassarre 9) – Assist: 12 (Alessandro PanniKenny HasbrouckPatrick BaldassarreMichele EbelingNiccolò Filoni 2)

Arbitri: Moretti di Marsciano, Di Toro di Perugia, Doronin di Perugia

Se serviva una conferma sulla crescita dell’Atlante Eurobasket Roma, dopo il buon successo sulla Kienergia Rieti di sabato scorso, questa eè arrivata nonostante la sconfitta interna con la Top Secret Ferrara giunta solo pochi decimi dal termine per un fallo dubbio, e conseguenti liberi, della difesa romana che invece aveva conquistato l’ennesima palla. I parziali della gara parlano chiaro troppo arrendevole ed imprecisa la formazione di coach Pilot nel primo quarto chiuso con un pesante – 12 per poi cambiare atteggiamento e rendimento nei successivi tre tutti a favore del team di casa con un parziale di 53 a 42. Primo quarto che vede i ferraresi allungare dal 5° dopo un inizio equilibrato, ma Atlante che evidenziava una certa sofferenza contro un team molto fisico dove Fantoni e l’ex Reyer e Trieste Peric facevano la voce grossa. Al contrario inizio da dimenticare di alcuni big romani co soprattutto Olasewere assai impreciso al tiro e poco efficace sotto le plancie. Un parziale di 2 a 7 con due pesantissime triple consecutive di Panni chiudevano il tempo sul 14 a 26. La seconda frazione si apriva con il quasi immediato risveglio del nigeriano Olasewere che metteva a segno 5 punti consecutivi con un atteggiamento totalmente diverso dal periodo precedente, ma dal -8 del 5° (21 – 29) i ferraresi potevano sfruttare al meglio due errori offensivi dei romani riportandosi sul +13 (23 – 36) a tre dall’intervallo lungo. Finale con l’Atlante che recuperava qualcosa nonostante attacchi poco lucidi, ma lo scarto a metà gara premiava ancora gli ospiti avanti 30 a 41. Percentuali simili delle due squadre con Eurobasket che tirava con un 10 su 32 contro un simile 14 su 32 degli ospiti migliori però ai rimbalzi.Non buono il ritorno in campo dei romani dagli spogliatoi che subiscono un ulteriore break di 5 a 0, ma da quel momento l’Atlante inizia a difendere con maggior determinazione e prima con una tripla di Viglianisi e poi con uno strepitoso contropiede di capitan Fanti, dopo uno scippo al croato Peric, e un bel canestro di fisico di Olasewere vanno all’ultimo tempo con soli 7 punti da recuperare (47 – 54). Periodo finale ricco di episodi non tutti pero positivi per la squadra di Pilot, che sfruttando un sensibile calo dei ferraresi, torna in gara sin dai primi attacchi, con Olasewere protagonista, ben supportato dai compagni di squadra più attenti e capaci di numerosi recuperi. Ferrara perde Ebeling per un infortunio ad una caviglia,ma nonostante l’importante defezione, gli ospiti tornano sul +10 dopo una serie di decisioni della terna arbitrale molto contestate dalla panchina romana che subiva l’espulsione di un proprio elemento. Da una situazione che probabilmente era a favore dell’Eurobasket si tornava, con la sanzione successiva, ad uno scarto che poteva essere decisivo a metà dell’ultimo quarto. I ragazzi di Pilot tiravano fuori l’orgoglio ed un’intensità difensiva ottima recuperando palloni importanti purtroppo non sempre concretizzati, ma lo scarto tornava a ridursi a soli 3 punti (63 – 66) a due dal termine. Roma che però perdeva palla in attacco ancora una volta con un precipitoso e troppo individualista Gallinat che oltretutto commetteva un fallo ritenuto, anche qui con dubbi tra i romani, antisportivo. Ferrara comunque in affanno e Gallinat, croce e delizia dei padroni di casa, recuperava ancora portando con due liberi i suoi sul -2 ( 65 – 67) con un minuto e mezzo da giocare. Attacco ospite che andava ad infrangersi sul iniziava l’attacco con 30” sul cronometro, Olasewere forzava il tiro, ma sotto le plancie gli arbitri vedevano un fallo di Vencato a rimbalzo su Gallinat che realizzava i liberi del pari. Ultimi14” di gioco con Ferrara che inaspettatamente rimetteva in difesa perdendo almeno 6 secondi per passare metà campo. Attacco difficoltoso e clamorosa palla recuperata dai romani che però gli arbitri interpretavano diversamente da buona parte dei presenti al PalaAvenali fischiando fallo con soli pochi decimi sul cronometro con il successivo 1 su 2 di Vencato che dava i due punti ad una Top Secret Ferrara su un’Atlante Eurobasket che esce a testa alta e con maggiori certezze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *