Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Basket, Champions: Sassari inizia male gli ottavi, ko in casa con Burgos (rs web Repubblica.it)

Condividi l'articolo
La Dinamo perde gara 1 del primo turno a eliminazione diretta (81-84) e vede complicarsi la qualificazione ai quarti

ROMA – La strada di Sassari verso i quarti di finale di Champions League si fa subito in salita. In gara 1 degli ottavi, serie al meglio delle tre sfide, il Banco di Sardegna cade al PalaSerradimigni 81-84 contro Burgos. Gli spagnoli, trascinati da un immarcabile Benite (autore di 30 punti) vincono il duello a rimbalzo (39-32) e mandano a bersaglio 14 triple contro le 8 dei padroni di casa.

SECONDO QUARTO DA INCUBO – L’inizio di partita mette subito in chiaro che per Sassari non sarà una serata semplice. Burgos parte forte e vola in doppia cifra di vantaggio (6-16), costringendo Pozzecco al timeout. La reazione del Banco di Sardegna non si fa attendere e, pur essendo sempre costretta a inseguire, la Dinamo torna a contatto e chiude il primo periodo sotto soltanto di tre lunghezze (23-26). Nel secondo, però, l’attacco dei padroni di casa si inceppa e gli spagnoli dilagano andando all’intervallo lungo avanti 51-36.

SASSARI RECUPERA, MA NON BASTA – Al ritorno sul parquet Sassari è trasformata ed esprime finalmente tutto il suo potenziale offensivo segnando la bellezza di 32 punti: il Banco torna a mettere la testa avanti fino al 65-61, ma poi subisce il ritorno del San Pablo che impatta sul 68 pari. Nell’ultimo periodo Sassari fa di nuovo fatica a segnare e si vede costantemente costretta a rincorrere: Burgos allunga sul +8 (71-79) e solo nel finale Sassari riesce a rimontare sino all’81-84, con il quale termina l’incontro.

Banco di Sardegna Sassari-San Pablo Burgos 81-84 (23-26, 36-51, 68-68)
Sassari: Spissu 17, Bilan 15, Smith 8, Bucarelli , Devecchi, Sorokas 4, Evans 15, Magro, Pierre 5, Gentile 7, Coleby , Vitali 10. All. Gianmarco Pozzecco.
Burgos: Clark 16, Fitipaldo 5, Benite 30, Barrera, Vega,  Salvo 2, McFadden 6, Rivero 5, Bassas 12, Lima 6, Apic 2. All. Joan Pennarroya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *