Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Basket, serie A: Milano a valanga su Treviso, Virtus Bologna col brivido, colpo Trieste a Sassari (rs web Repubblica.it)

Condividi l'articolo
L’Olimpia travolge la De’ Longhi 104-64 trascinata ancora una volta da Zach LeDay. Un canestro di Doyle nel finale permette all’Allianz di passare al PalaSerradimigni. Un libero di Abass lancia le V nere in casa di Brescia. Secondo ko di fila per la Fortitudo. Venezia sbanca Cremona, primo sorriso per Brindisi e Cantù

ROMA – Olimpia Milano travolgente nella seconda giornata della serie A di basket. Nell’esordio stagionale al Forum, l’AIX Armani travolge 104-64 la malcapitata De’ Longhi Treviso. I lombardi guidano con quattro punti a braccetto con la Virtus Bologna che batte di misura Brescia, Venezia che passa a Cremona, Trieste che sbanca Sassari e Varese che supera la Fortitudo Bologna. Primo successo per Brindisi che in casa dà una dura lezione alla Virtus Roma. Nel posticipo Cantù batte Pesaro e trova la prima vittoria stagionale.

MILANO STRARIPANTE AL FORUM – Milano non poteva esordire meglio in casa. Un +40 che suona come un avvertimento a tutte le pretendenti al titolo. A trascinare l’Olimpia, nella gara che i biancorossi dedicano a medici e personale sanitario che stanno combattendo il covid, è ancora Zach LeDay con 25 punti e 12 rimbalzi in 22′ di gioco. Implacabile dalla lunetta: 6/6 per l’americano che nella prima giornata ne aveva messi a segno 11/11. Il match di fatto è senza storia, già dopo 5′ Milano è avanti 17-6. Dopo neanche un quarto d’ora il match è già in cassaforte: +20 per gli uomini di coach di Messina. Il resto è pura accademia. Tra gli ospiti si salva solo Christian Mekowulu, autore di 17 punti.

AIX ARMANI MILANO-DE’ LONGHI TREVISO 104-64 (24-12, 49-34, 77-46)
AIX ARMANI MILANO: Leday 25, Moretti 10, Moraschini 3, Roll 6, Rodriguez 6, Tarczewski 11, Biligha 4, Cinciarini 2, Delaney 12, Shields 15, Brooks 6, Datome 4. Allenatore: Messina.
DE’ LONGHI TREVISO: Russell 8, Logan 9, Cheese 10, Faggian ne, Vildera, Bartoli, Imbro’, Piccin ne, Chillo 6, Mekowulu 17, Carroll 5, Akele 9. Allenatore: Menetti.
ARBITRI: Baldini-Paglialunga-Belfiore.
NOTE: Tiri liberi: Milano 19/22, Treviso 15/16. Uscito per cinque falli Biligha.

VIRTUS BOLOGNA DI MISURA, SECONDO KO PER LA FORTITUDO – Un libero nel finale dell’ex Awudu Abass permette alla Virtus Bologna di sbancare Brescia 81-80 al termine di un match tiratissimo ed equilibrato che la Leonessa avrebbe anche la possibilità di portare a casa se prima Vitali (la sua tripla finisce sul ferro), poi Sacchetti (stoppato da Ricci) non sbagliassero il canestro della vittoria. Tanti i rimpianti della Germani che va più volte al comando prima di arrendersi nei secondi finali. Gli emiliani prima impattano sull’80 pari, poi si portano avanti con un 1/2 dalla lunetta dell’azzurro.

Non sorride, invece, la Fortitudo Bologna che in casa cede a Varese 88-83 rimediando la seconda sconfitta in altrettante partite giocate. Gli uomini di Sacchetti, dopo un avvio balbettante, si ritrovano sul +9 sul finire del terzo parziale. Poi Varese segna con costanza dai 3 punti  e ribalta il match. Due triple di De Vico mandano al tappeto la Effe.

GERMANI BRESCIA-SEGAFREDO BOLOGNA 80-81 (24-23, 48-47, 60-59)
GERMANI BRESCIA: Cline 4, Vitali 10, Parrillo ne, Chery 24, Bortolani, Ristic 2, Crawford 9, Burns 13, Kalinoski 10, Moss 6, Sacchetti 2, Ancellotti. Allenatore: Esposito.
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Tessitori 6, Abass 5, Pajola 3, Alibegovic 11, Markovic 7, Ricci, Adams, Hunter 14, Weems 10, Nikolic ne, Teodosic 19, Gamble 6. Allenatore: Djordjevic.
ARBITRI: Paternico’-Bartoli-Brindisi.
NOTE: Tiri liberi: Brescia 11/11, Bologna 16/27. Usciti per cinque falli: nessuno.

LAVOROPIU’ BOLOGNA-OPENJOBMETIS VARESE 83-88 (22-29, 45-43, 67-62)
FORTITUDO LAVOROPIÙ BOLOGNA: Banks ne, Aradori 16, Mancinelli 3, Dellosto, Fletcher 17, Palumbo 6, Fantinelli 11, Happ 12, Withers 17, Tote’, Sabatini 1. Allenatore: Sacchetti.
OPENJOBMETIS VARESE: Morse 6, Scola 13, De Nicolao 5, Jakovics 6, Ruzzier 7, Andersson 5, Strautins 14, De Vico 12, Douglas 20. Allenatore: Bulleri.
ARBITRI: Sahin-Di Francesco-Vita.
NOTE: Tiri liberi: Bologna 13/25, Varese 15/20. Uscito per 5 falli: Withers.

COLPACCIO TRIESTE A SASSARI – Gran colpo dell’Allianz Trieste al PalaSerradimigni di Sassari dove i sardi si arrendono 74-72 al termine di una partita combattutissima. Senza Myke Herry e Daniele Cavaliero, gli ospiti si affidano a Juan Fernandez e Milton Doyle, rispettivamente a referto con 20 e 14 punti. Era partita forte Sassari, avanti subito 13-2 con otto punti di fila di uno scatenato Kruslin. L’Allianz, però risale spinta dalla coppia Fernandez-Doyle. Si gioca punto a punto per tutta la ripresa ed è l’ex Brooklyn Nets a 11” dalla fine a mettere dentro il canestro decisivo.

BANCO DI SARDEGNA-ALLIANZ TRIESTE 72-74 (22-11, 37-35, 56-52)
BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 5, Bilan 5, Treier, Pusica 16, Kruslin 16, Devecchi, Re ne, Burnell 15, Bendzius 7, Gandini 2, Gentile 6, Tillman ne. Allenatore: Pozzecco.
ALLIANZ TRIESTE: Coronica, Upson 3, Fernandez 20, Laquintana 11, Udanoh 6, Da Ros 4, Grazulis 4, Doyle 14, Alviti 12. Allenatore: Dalmasson
ARBITRI: Borgo-Attard-Capotorto.
NOTE: Tiri liberi: Sassari 15/24, Trieste 11/18.

VENEZIA PASSA A CREMONA, BRINDISI SI RISCATTA IN CASA – A Cremona, al palazzetto dello Sport Mario Radi, Venezia mostra tutta la sua forza. L’Umana domina il match nonostante la Vanoli provi a restare sempre a distanza di sicurezza, ma nel finale due triple di Tonut mettono fine ad ogni speranza di rimonta dei padroni di casa. Finisce 83-66 per gli ospiti che restano a punteggio pieno.

Al PalaElio Brindisi festeggia la prima gara interna della stagione con una vittoria battendo 92-67 la Virtus Roma di coach Piero Bucchi, ex di giornata. Non c’è storia con i salentini che volano anche sul +30 nell’ultimo quarto. Nel posticipo, la sfida tra le due deluse della prima giornata, quella tra Cantù e Pesaro va all’Acqua San Bernardo per 81-72 trascinata dalla coppia Smith-Woodard, 36 punti in due.

VANOLI CREMONA-UMANA VENEZIA 66-83 (14-23, 37-45, 50-60)
VANOLI CREMONA: Williams TJ 19, Trunic ne, Williams J. 7, Poeta 5, Mian, Lee 6, Cournooh 4, Palmi 10, Hommes 15, Donda ne. Allenatore: Galbiati.
UMANA VENEZIA: Casarin, Stone 5, Bramos 6, Tonut 14, Daye 12, De Nicolao 4, Chappell 15, Mazzola 2, D’Ercole ne, Cerella, Fotu 11, Watt 14. Allenatore: De Raffaele.
ARBITRI: Lo Guzzo-Grigioni-Noce.
NOTE: Tiri liberi: Cremona 12/16, Venezia 12/15. Uscito per cinque falli: nessuno.

HAPPY CASA BRINDISI-VIRTUS ROMA 92-67 (22-15, 47-29, 74-49)
HAPPY CASA BRINDISI: Krubally 8, Zanelli 8, Harrison 22, Visconti 2, Gaspardo 11, Thompson 12, Cattapan 2, Guido, Udom 6, Bell 6, Perkins 8, Willis 7. Allenatore: Vitucci.
VIRTUS ROMA: Hadzic, Biordi, Beane 8, Campogrande 6, Baldasso 11, Cervi 4, Telesca ne, Hunt 7, Robinson 13, Farley ne, Wilson 18. Allenatore: Bucchi.
ARBITRI: Begnis-Boninsegna-Pierantozzi.
NOTE: Tiri liberi: Brindisi 19/25, Roma 6/10. Uscito per cinque falli: nessuno.

POSTICIPO A CANTU’ – la sfida tra le due deluse della prima giornata, quella tra Cantù e Pesaro va all’Acqua San Bernardo per 81-72 trascinata dalla coppia Smith-Woodard, 36 punti in due.

ACQUA S.BERNARDO CANTU’-CARPEGNA PESARO 81-72 (21-13, 36-32, 55-59)
ACQUA S.BERNARDO CANTU’: Thomas 8, Smith 18, Kennedy 11, Woodard 18, Procida, Leunen 6, La Torre 3, Lanzi ne, Johnson 8, Bayehe, Baparape’ ne, Pecchia 9. Allenatore: Pancotto.
CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Drell, Massenat 11, Filloy 11, Calbini ne, Cain 14, Robinson 18, Tambone 4, Basso ne, Serpilli ne, Filipovity 9, Zanotti 5, Delfino ne. Allenatore: Repesa.
ARBITRI: Vicino-Giovannetti-Nicolini.
NOTE: Tiri liberi: Cantu’ 16/19, Pesaro 10/14. Uscito per cinque falli: nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *