Ascolta "Goodmorning Football" su Spreaker.

DAVIDE BATTE GOLIA: IL PICCOLO FLORENZI REGALA UNA SPERANZA CL

Condividi l'articolo
ROMA – l’emblema di una partita dai mille volti è lo spocchioso Cristiano (tutti lo chiamano per nome chissà con che diritto poi…) ed il rampante “bello di nonna” a confronto, con il gigante ad irridere il piccolino ed a intimargli il non diritto di parola causa la sua statura. Nel calcio come nella vita però, esistono le favole e così da quel momento la Juve-Golia, padrona del campo è bloccata solo dall’inefficacia dei suoi attaccanti e dalla bravura di Mirante, si fermava di botto quasi a voler diventare spettatrice non pagante dello show romanista. C’è da dire ad onor del vero, che Ranieri con i suoi correttivi in corsa aveva raddrizzato un po’ l’andar del match. E così Florenzi poteva avere la sua personalissima rivincita nei confronti del più quotato avversario portando avanti i suoi, con un tocco sotto a scavalcare Sczesny. L’apoteoso si consuma col contropiede di Under che permette a Dzeko di mettere il sigillo su tre punti che tengono ancora in corsa per un posto Champions una Roma ancora prigioniera dei suoi limiti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *