Ascolta "Goodmorning Football" su Spreaker.

Europa League, Arsenal-Napoli 2-0: gli azzurri regalano un tempo, ora è dura (rs web Repubblica.it)

Condividi l'articolo

Partenza a razzo dei Gunners, doppio vantaggio in mezz’ora: gol di Ramsey e autorete di Koulibaly

LONDRA – Il fattore Emirates Stadium lascia il segno e complica la corsa del Napoli alle semifinali di Europa League. I partenopei cadono 2-0 a Londra, pagando un primo tempo da incubo nel quale mancano totalmente il coraggio e le idee chiare, evocati da Ancelotti nella conferenza della vigilia come elementi imprescindibili per tornare a casa con un risultato positivo. Nella ripresa gli azzurri reagiscono e arrivano ad affacciarsi pericolosamente dalle parti di Cech, rischiando inevitabilmente di prendere il terzo sulle ripartenze in campo aperto dei Gunners. Il tanto prezioso gol fuori casa, però, non arriva e tra sette giorni al San Paolo servirà un’impresa per ribaltare la situazione.

INSIGNE AL FIANCO DI MERTENS – Il tecnico di Reggiolo, ancora privo di Albiol, conferma il 4-4-2 con Maksimovic accanto a Koulibaly al centro della retroguardia e Insigne preferito a Milik, per fare coppia in attacco con Mertens. Emery si presenta con la difesa a tre e con Ozil alle spalle di Lacazette e Aubameyang. L’inizio di partita lascia subito presagire che per il Napoli sarà un primo tempo di assoluta sofferenza. L’Arsenal aggredisce in ogni zona del campo, impedisce ai partenopei di ragionare e li costringe a una serie infinita di errori in fase di impostazione.

COLPISCE RAMSEY – E’ proprio da un palla persa da Mario Rui nella metà campo avversaria che i londinesi, al 14′, imbastiscono un’azione perfetta, fatta di rapidi scambi e rifinita dall’assist di Maitland-Niles e dall’inserimento di Ramsey: il tiro del gallese da centro area non lascia scampo a Meret. Gli azzurri provano ad alzare il baricentro, ma non trovano il bandolo della matassa e appaiono spaesati davanti dall’intensità dei Gunners.

RADDOPPIO GUNNERS – Il pressing inglese manda in confusione anche Fabian Ruiz. Al 25′ Torreira gli ruba palla, avanza verso l’area e calcia dal limite, trovando una deviazione di Koulibaly che mette fuori causa l’estremo difensore del Napoli. L’Arsenal continua a dominare la scena fino all’intervallo e l’unica chance per gli ospiti arriva sul finire di frazione, quando Insigne spedisce alle stelle un ottimo invito di Callejon dalla destra.

IL NAPOLI CRESCE NELLA RIPRESA – Nella ripresa il Napoli si mostra più intraprendente, palleggia con maggiore efficacia nella metà campo avversaria e dimostra di poter anche affondare. Clamorosa è l’occasione che vede Insigne liberare Zielinski a tu per tu con Cech: la conclusione in scivolata del polacco manca la porta. L’Arsenal ha spazio per colpire in contropiede e solo un reattivo Meret – determinante con il doppio intervento su Kolasinac e Maitland-Niles – e un impreciso Ramsey permettono di evitare il terzo sigillo inglese. Ancelotti, dopo aver inserito Milik, getta nella mischia anche Ounas e Younes: il Napoli attacca, ma le migliori chance sono ancora di marca londinese.

TESTA AL RITORNO – Giovedì prossimo al San Paolo servirà la gara perfetta: il ruolino di marcia non proprio brillante dei Gunners lontano da casa e la spinta del pubblico amico impongono a Insigne e compagni di crederci. A patto di vedere scendere sul rettangolo verde un Napoli con tutt’altra mentalità rispetto a quella impaurita e rinunciataria mostrata nel primo tempo dell’Emirates.

ARSENAL-NAPOLI 2-0 (2-0)
ARSENAL (3-4-1-2): Cech; Papastathopoulos, Koscielny, Monreal; Maitland-Niles, Torreira (32′ st Elneny), Ramsey, Kolasinac; Ozil (22′ st Mkhitaryan); Lacazette (22′ st Iwobi), Aubameyang. In panchina: Leno, Mustafi, Denis Suarez, Guendouzi. All. Emery.
NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz (38′ st Ounas), Zielinski; Insigne (38′ st Younes), Mertens (21′ st Milik). In panchina: Ospina, Malcuit, Chiriches, Ghoulam. All. Ancelotti.
ARBITRO: Undiano Mallenco (Spagna).
RETI: 15’pt Ramsey, 25’pt Koulibaly (aut).
NOTE: serata serena, terreno in ottime condizioni. Ammonito: Hysaj. Angoli: 9-8 per il Napoli. Recupero: 0′, 4′.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *