Timeout Channel

Il Portale dello Sport

FIORENTINA-NAPOLI…-1 GIORNO, 25 OTTOBRE 2009: FIRMA DI MAGGIO IN AUTUNNO

Condividi l'articolo

FIRENZE – Siamo giunti all’autunno del 2009 e l’Italia è attraversata ancora da un caldo primaverile tanto insolito quanto particolare appena 3 mesi dopo la fine dei mondiali di nuoto a Roma…

Intanto però la Serie A va avanti e, per il IX° turno, la gara delle 15.00 più attesa è Fiorentina-Napoli con i toscani in zona Europa e i campani nelle sabbie mobili della bassa classifica ma rigenerati dall’arrivo di Mazzarri 2 settimane prima al posto di Donadoni intanto che Prandelli fatica a gestire il doppio impegno campionato-Champions: in tribuna sia Andrea Della Valle che De Laurentiis assistono curiosi fra i 30.000 presenti (2.000 ospiti a gremire il proprio settore quasi per intero) all’operato di Morganti e dei propri ragazzi…

I viola si attengono ad un classico 4-4-2 sapendo che capitan Dainelli non è del match:

{Frey;

DeSilvestri-Gamberini-Natali (74° Comotto)-Gobbi;

Santana (30° Jorgensen)-Montolivo [cap.]-P.Zanetti-Vargas;

Jovetic-Mutu (46° Gilardino)} 

mentre il Napoli ripiega su un 3-5-2 speculare divenuto poi 3-6-1 dovendo contare sull’assenza del capitano Cannavaro:

{DeSanctis;

Rinaudo-Grava [cap.]-Contini;

Maggio-Hamsik-Pazienza-Gargano-Aronica;

Lavezzi (90° Datolo)-Quagliarella (87° Denis)}. 

La I° frazione vede un match molto tattico con Frey ad alzare un muro contro Quagliarella e Lavezzi a varie riprese mentre De Sanctis riesce a sbrogliare più mischie che altro aiutato da Grava intanto che Mutu e ancora Grava, Aronica finiscono fra i cattivi ma all’intervallo siamo ancora 0-0 (si segnala l’infortunio alla mezz’ora di Santana rimpiazzato da Jorgensen). Al rientro dagli spogliatoi la tecnica la fa da padrone pure se Contini e Zanetti si prendono il cartellino giallo: le occasioni si susseguono in modo infernale da una porta all’altra con Montolivo a imperversare senza che Pazienza lo possa fermare dal servire il nuovo innesto Gilardino e Hamsik che lavora una miriade di palloni per 2 attaccanti sempre più in giornata…sembra una gara destinata a sbloccarsi da un momento all’altro ma all’81°, quando Gamberini viene ammonito per essere franato addosso proprio ad Hamsik in piena area di rigore e Rinaudo subisce lo stesso provvedimento dell’avversario per proteste, siamo ancora 0-0: Morganti decreta il “penalty” ma Quagliarella si fa ipnotizzare dall’estremo difensore e il risultato non cambia più (così come gli assetti anche dopo l’inserimento di Comotto per Natali)…o almeno questo è ciò che appare. È l’87° e Mazzarri opera il suo primo cambio inserendo Denis per un Quagliarella demoralizzato dall’errore di 6 minuti addietro: alla prima palla toccata l’argentino serve Maggio in area con un cross basso con l’esterno destro che anticipa sul I° palo il portiere interrompendone una lunghissima imbattibilità casalinga e porta i suoi in vantaggio al fotofinish come la settimana passata contro il Bologna al “San Paolo” ergendosi ad eroe della rinascita partenopea…entrata di Datolo per Lavezzi al 90° come guadagno di secondi e rinforzo in zona nevralgica, 0-1 finale e tutti a casa!

A maggio 2010 si vivranno 2 animi opposti sulle rive dell’Arno e del Volturno: a Firenze si avranno un mesto XI° posto in campionato, 2 eliminazioni cocenti in semifinale di Coppa Italia contro i futuri vincitori dell’Inter e agli ottavi di Champions contro i futuri finalisti del BayernMonaco (complice un deliberato furto subito all’andata in Baviera dal pessimo direttore di gara Ovrebo) mentre a Napoli si tornerà in EuropaLeague dopo 2 stagioni grazie al VI° posto conquistato (e Champions sfiorata) a seguito di una maratona agonica conclusa in rimonta con Sampdoria, Palermo, Juventus chiusa davanti ai soli bianconeri al netto di una coppa nazionale finita agli ottavi contro la Juventus. 

Fiorentina-Napoli…storia nella storia e mito nel mito: che la leggenda continui da questo weekend. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *