Timeout Channel

Il Portale dello Sport

IL SOGNO DURA SOLO 4 MINUTI

Condividi l'articolo

Virtus Roma – Segafredo Virtus Bologna 68-97 (14-22; 29-50; 50-71)

Virtus Roma: Cusenza ne, Alibegovic 14, Rullo, Dyson 7, Baldasso, White 16, Pini 5, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 5, Buford 8, Kyzlink 13. All. Bucchi.

Segafredo Virtus Bologna: Gaines 7, Deri, Pajola 5, Baldi Rossi 12, Markovic 11, Ricci 12, Delia 9, Cournooh 6, Weems 14, Nikolic 5, Teodosic 9, Gamble 7. All. Djordjevic.

La striscia negativa della Virtus Roma si allunga a 4 sconfitte consecutive a causa del rovescio rimediato al cospetto della capolista Virtus Bologna (preceduta da Brescia in casa, le trasferte a Venezia e Reggio Emilia): i 7750 spettatori accorsi al “Pala Eur” con l’intento di gremire di passione un impianto ancora orfano del proprio passato…eppure la serata era iniziata anche abbastanza bene con un parziale di 11-1 con il classico “starting five”, Alibegovic-Buford-Dyson-Jefferson-Kyzlink, sugli scudi ad infiammare il palazzo: in quel momento serpeggiava addirittura la speranza che si potesse tenere il match vivo per qualche periodo, speranza spazzata via quasi subito con l’innesto di Teodosic (partito sorprendentemente dalla panchina), che assieme al trio Weems-Ricci-Delia, inizia a disegnare basket facendo chiudere i 10 minuti su uno schiacciante 14-22 in seguito ad un parziale irridente di 3-21. Con il II° quarto la differenza diviene sempre più netta specie perché è lo stesso Weems a mettere i suoi al sicuro facendosi forte degli 8 punti messi a segno: risultato all’intervallo 29-50 in cui i bianconeri privi di Hunter, per distacco la squadra migliore vista nella capitale quest’anno senza nulla togliere agli altri non solo per i tabellini ma anche per il gioco espresso…

Al ritorno dagli spogliatoi Roma tenta un ritorno in gara tanto insperato quanto improbabile specie dopo che gli ospiti hanno addirittura raggiunto uno scarto di +32 sul tabellone: da allora troviamo una “Segafredo” che, praticamente, si adagia in proiezione anche dell’impegno europeo in “Eurocup” da disputare in settimana, mentre i padroni di casa vengono trascinati da un sontuoso White (appena arrivato al posto di Moore ma già molto dentro al sistema di Bucchi) fino a tornare in scia forti di un parziale 12-0 per l’ultima fiammata significante 48-66; da lì in avanti ci sarà tempo solo per il fallo antisportivo fischiato a White per un ottimo tranello architettato dal fuoriclasse Markovic, poi punito anche lui con la medesima sanzione a causa di reiterate proteste assolutamente inutili che gli attrarranno l’antipatia più totale del pubblico avversario al contrario di Teodosic: applaudito da tutti prima, durante, dopo la contesa avendo dimostrato una classe oltre che una maestria fuori da ogni logica.

La contesa si conclude con un 68-97 che non dà modo di potersi appellare a nulla che non sia riflessione o ripensamento per una Virtus Roma sempre in netta difficoltà oltre che attesa da un mese che dirà molto su tutta l’annata già a partire dalla prossima settimana.

La Virtus Roma tornerà in campo domenica 19 gennaio, ore 17:15, sul campo della Happy Casa Brindisi.

Le parole di coach Piero Bucchi al termine della gara: «Dobbiamo lavorare tanto per trovare il ritmo che in questo momento sicuramente ci manca. Dobbiamo chiuderci in palestra e lavorare. Mi scoccia il fatto di aver perso ritmo con queste sconfitte, abbiamo fatto una buona partita a Trento ma da lì si è perso qualcosa a livello di condizione. È vero che abbiamo incontrato squadre molto buone ma noi dobbiamo fare di più comunque. Dobbiamo ritrovare brillantezza e una buona intensità, e si può fare solamente se riesci ad allenarti bene con continuità. White ha fatto cinque minuti eccellenti, è un giocatore ovviamente ancora non in condizione ma nei minuti in cui aveva benzina è riuscito a dimostrare che è un giocatore di grandissimo temperamento e su questo non avevamo dubbi, gli occorrerà tempo per mettersi in condizione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *