Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L’Atlante cala il poker, anche Ravenna ko al PalaAvenali

Condividi l'articolo

Atlante Eurobasket Roma – OraSi Ravenna 71-61

(17-14, 13-12, 23-13, 18-22)

Atlante Eurobasket Roma: Jamal Olasewere 19 (6/11, 0/0), Roberto Gallinat 16 (5/8, 1/3), Lorenzo Bucarelli 12 (2/6, 2/3), Daniele Magro 10 (4/5, 0/0), Eugenio Fanti 7 (1/2, 1/2), Alexander Cicchetti 4 (2/5, 0/0), Valerio Staffieri 3 (0/0, 1/3), Gabriele Romeo 0 (0/3, 0/1), Janko Cepic 0 (0/2, 0/2), Kenneth Viglianisi 0 (0/0, 0/0), Federico Bischetti 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Ludovici 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 16 / 23 – Rimbalzi: 35 4 + 31 (Jamal Olasewere 10) – Assist: 18 (Roberto GallinatEugenio Fanti 4)

OraSi Ravenna: Samme Givens 17 (7/12, 0/0), Daniele Cinciarini 15 (1/6, 3/9), Alessandro Simioni 10 (5/6, 0/0), Tommaso Oxilia 8 (2/5, 1/4), Alberto Chiumenti 6 (3/6, 0/0), Davide Denegri 3 (0/3, 1/5), Matic Rebec 2 (1/4, 0/6), Marco Venuto 0 (0/0, 0/2), Giacomo Maspero 0 (0/1, 0/0), Davide Vavoli 0 (0/0, 0/0), Giacomo Guidi 0 (0/0, 0/0), Francesco Buscaroli 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 8 / 14 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Samme Givens 9) – Assist: 12 (Matic Rebec 6)

Con la quarta vittoria consecutiva nella gara casalinga con la Orasi Ravenna, l’Atlante conferma la quarta posizione in classifica staccando le inseguitrici lontane 4 punti. Una gara, quella con i ravennati, condotta con autorità a conferma di uno stato di forma piuttosto elevato per i ragazzi di coach Pilot. I romani ritrovano al meglio la coppia straniera, Olasewere, Gallinat, finalmente incisiva e continua per l’intero arco di gara con il pivot nigeriano miglior realizzatore della gara con doppia cifra anche ai rimbalzi. Utile apporto, per il successo dei padroni di casa, anche per quanto dato dalla coppia Bucarelli , Magro che da alcun gare risulta fondamentale sia a livello realizzativo che sotto le plance come contro Ravenna dove i 2 italiani hanno catturato 12 rimbalzi in totale. Fra gli ospiti valida prova per Givens autore di un rimarchevole 7 su 12 al tiro e di 17 punti in totale mentre Cinciarini ha totalizzato 15 punti frutto di una percentuale da tre punti nettamente migliore rispetto al modesto 1 su 6 da sotto. L’Atlante iniziava la gara con Cicchetti, Romeo, Olasewere, Gallinat e Bucarelli mentre Ravenna esordiva con Oxilia, Rebec, Givens, Denegri e Simioni e tentava una prima fuga con il doppio canestro di Simioni. L’Atlante trovava il primo canestro con Bucarelli al secondo di gioco, ma gli ospiti tornavano sul +6 al quarto con Chiumenti che ribadiva da sotto dopo un buon rimbalzo offensivo. Al settimo scarto invariato nonostante i tentativi di recupero dei romani sospinti da un generoso Olasewere e dal subentrato capitan Fanti. Primo vantaggio dell’Atlante al nono (15 – 14) con il quinto punto messo a segno da Gallinat, ma gara che rimaneva equilibrata con quarto che si chiudeva sul +3 per i romani 17 a 14. Secondo quarto che iniziava sulla stessa falsariga del precedente ed equilibrio fra le due formazioni che non erano eccessivamente brillanti nelle azioni offensive. Al quinto l’Atlante tentava un minibreak raggiungendo di nuovo il +3 (23 – 20) con un libero di Fanti, ma Cinciarini con una tripla portava di nuovo la gara in parità. Dopo un paio di azioni del ravennate Givens con esito alterno il periodo si chiudeva con un nuovo allungo dei padroni di casa, marcato Roberto Gallinat,che, con tre liberi in fila, riportava i suoi sul 30 a 26 a metà di una gara tutta da giocare. Al rientro in campo poche novità e punteggio in perfetta parità, grazie ad una schiacciata di un Simioni in gran spolvero, sul 34 pari dopo 4 minuti e mezzo di terzo quarto, ma i padroni di casa con un break di 14 a 2, frutto dei canestri di Olasewere, Magro e Gallinat, andavano sul 48 a 36 a due minuti dall’ultimo intervallo. L’Atlante, ormai in gran fiducia, chiudeva la frazione sul +14 e punteggio sul 53 a 39 che dava una maggior sicurezza ai ragazzi di coach Pilot autori di un terzo quarto decisamente brillante. Nella frazione conclusiva i romani dopo aver raggiunto il massimo vantaggio di 16 punti (55 – 39) con un canestro del solito Magro, controllavano il ritorno del Ravenna anche se gli ospiti con le triple di Oxilia e Rebec riducevano lo scarto . L’Atlante tornava concentrata lasciando che i ravennati arrivassero solo a 7 punti all’ottavo (62 -55) con 2 liberi di Oxilia, ma il finale non creava sorprese e i romani chiudevano la gara sul 71 a 61 per uno scarto sicuramente meritato. Per l’Atlante prossimo turno sulla carta agevole per i ragazzi di Pilot, ma il derby in casa della Stella Azzurra, ultima in classifica ha sicuramente dei fattori di rischio visto che sul campo dei giovani nerostellati è caduta anche una formazione del calibro di Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *