Ascolta "Goodmorning Football" su Spreaker.

Lazio, doppio vertice per Milinkovic e Luis Alberto (rs web CdS.it)

Condividi l'articolo
I manager del serbo e dello spagnolo sono a Roma: si decide il loro futuro

ROMA – Arrivi e partenze, missioni esterne ed interne, viaggi improvvisi, ritorni di corsa, incontri su incontri. Sono giorni pienissimi per Igli Tare, non gli bastano 24 ore.

Martedì è arrivato a Roma il manager di Milinkovic, Mateja Kezman, attende di parlare con il diesse, se non è accaduto ieri sera potrebbe farlo tra oggi e domani. Ieri sono sbarcati i manager di Jony (con il giocatore) e di Luis Alberto, la scuderia è la You First Sports. Tare stesso era fuori Roma, è tornato 24 ore fa, in tempo per i vertici con gli agenti del Sergente e del Mago.

Il diesse era stato a Londra da giovedì a sabato, ad inizio settimana è partito con direzione Madrid, avrebbe incontrato Jorge Mendes, manager di Wallace, Pedro Neto e Bruno Jordao. L’incontro può essere servito per chiudere l’operazione Neto-Jordao con il Benfica, ballano 20 milioni di euro, possono rientrare nelle casse della Lazio. L’affare era in dirittura d’arrivo nelle scorse settimane, si attende la definizione.

Su Milinkovic c’è lo United e il Psg può lanciare l’assalto appena risolverà il caso Neymar. Si devono sbloccare le grandi operazioni per arrivare ad una svolta. Pogba viaggia verso il Real, Neymar potrebbe tornare a Barcellona. Chi porterà 100 milioni avrà Milinkovic, i patti con Kezman si conoscono. Si attendono aggiornamenti, si avranno appena l’incontro andrà in onda.

Sono a Roma anche i manager di Luis Alberto, si diceva. Hanno accompagnato Jony, hanno definito il suo trasferimento e il suo contratto. L’occasione è buona per parlare del Mago, dei messaggi ambigui che ha lanciato da Siviglia in risposta ad una dichiarazione di Lotito (“Luis Alberto? Vedremo”). Da quel giorno lo spagnolo ha sempre risposto “vedremo” parlando del suo futuro. Luis Alberto gioca a nascondino, getta ombre sul futuro e nel contempo si allena al massimo a Formello, ma in cuor suo spera in un’offerta del Siviglia, squadra della sua vita.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *