La Voce del DirettoreTutte le notizie scritte dal Boss in persona

L’Elite si ferma a un soffio dalla salvezza, ora la serie di spareggio contro Pistoia

Condividi l'articolo

Gara 3 premia la Fanola San Martino

Gara 3 premia la Fanola San Martino, brava a crederci anche quando era sotto di 15 punti, mentre l’Elite butta alle ortiche una salvezza che a fine primo tempo sembrava fatta, tanto per il punteggio quanto per ciò che si vedeva in campo. Nel secondo tempo le venete hanno liberato tutta la loro maggiore energia, migliorando nel contempo in maniera netta le percentuali e costringendo le padrone di casa a cercare affannosamente una soluzione alla mutata situazione tecnico-tattica. San Martino può festeggiare così una salvezza che a un certo punto sembrava un miraggio, mentre per l’Elite si aprono le porte della serie di spareggio, stavolta senza appello, contro la Nico Basket.

LA CRONACA – L’inizio è di marca Elite con un’indemoniata Ilenia Magistri che segna, subisce falli e cattura rimbalzi per il 3-0 interno, mentre San Martino deve aspettare due minuti e mezzo di gioco prima di andare a canestro con la Pasa: al quinto minuto è comunque 7-3 per le ospiti. La reazione è firmata Masic-Di Stazio per il 9-7, con il vantaggio che si allunga poi al +9 di fine primo quarto, con un parziale di 15-2, grazie a un’ottima difesa e all’apporto offensivo dell’incontenibile croata e di una ottima Chrysanthidou.

È una tripla della Baldi a sbloccare il punteggio nella seconda frazione per il -6,  ma Elite non trema e, spinta finalmente dalla rediviva Moretti (ah, avercela avuta per tutta la stagione…), si porta a +13 sul 25-12. Con un tiro dai 6.75 della Amabiglia le venete tornano a -10 e poi accorciano ulteriormente a -9 (27-18) con un’altra tripla, stavolta della Vettore. Ma l’Elite di questa gara 3 aveva veramente il sacro fuoco e la reazione produce un 10-4 che a fine tempo significa un apparentemente confortante +15.

Si riparte con un parziale terribile di 9-0 per San Martino opera soprattutto della Beraldo, ben coadiuvata da Pasa e Baldi: al venticinquesimo è così 37-31, prima che una tripla di Natalia Introna sblocchi finalmente il punteggio per Elite. A 2.50 dalla fine del quarto è comunque 41-37, con le venete nettamente più fresche e più in partita, che arrivano addirittura a-1 (41-40) con tre punti della Baldi. A 50 secondi dalla fine c’è addirittura il sorpasso con una tripla della Milani che sigilla il +2 San Martino chiudendo un parziale da incubo per le gIallonere di casa.

I 10 minuti della verità si aprono con una tripla di Silvia Buscaglione per il controsorpasso Elite, annullato da un’altra tripla di tabella (non dichiarata) della Amabiglia. Masic firma il pari a quota 49 in un finale in cui si sbaglia tanto e si segna poco, molto prima che la Magistri firmi il +1 dalla lunetta e che la Pasa riporti in vantaggio la Fanola. A 2.10 dalla fine è 53-51  grazie a un 2+1 di Marta Grattarola, ma la Milani non ci sta e nell’azione successiva riporta la sua squadra in parità. È ancora la Grattarola, cuore di capitano, a mettere il 55-53 per le giallonere di casa, ma dopo il time out è un’altra tripla della Amabiglia a riportare avanti San Martino. Sbaglia la Masic, palla alle venete che però la sprecano perdendo il possesso a 5 secondi dal termine. Nell’ultima azione l’Elite non riesce però ad imbastire un’azione decente e l’entrata disperata della Grattarola non arriva nemmeno al ferro, sancendo la salvezza della Fanola.

IL COMMENTO DI COACH PASQUINELLI – “Questa partita è stata l’emblema della nostra stagione, con due quarti giocati in maniera quasi perfetta sia in difesa che in attacco, dopo di che ci siamo fermati completamente mentre loro sono state brave a crederci e a fare sempre canestro anche se erano sotto di parecchio. È mancato anche un pizzico di fortuna, ma anche stavolta nel momento in cui siamo andati in crisi non abbiamo trovato la chiave giusta per rialzarci e ricominciare a giocare. Ora pensiamo a questa nuova serie contro Pistoia: in questa serie abbiamo speso tanto, dobbiamo essere bravi a recuperare e a rimettere la testa sulle partite che ci aspettano contro un’ottima squadra”.

INTEGRIS ELITE BASKET ROMA-FANOLA SAN MARTINO DI LUPARI 55-56 (18-9, 37-22, 44-46)

Integris Elite Basket Roma:Di Stazio 4, Masic 18, Magistri 6, Moretti 2, Grattarola 8, Buscaglione 5, Introna 3, Kolar, Chrysanthidou 7, Salvucci 2. All: Pasquinelli

Fanola: Vettore, Beraldo 9, Peserico, Amabiglia 12, Boaretto, Crocetta 3, Benato ne, Milani 7, Profaiser 2, Rosignoli, Baldi 15, Pasa 8All: Valentini

Ufficio Stampa Elite Basket Roma

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *