Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Palestrina cade a un passo dal sogno

Condividi l'articolo

La compagine prenestina cede a San Severo 77-73

La cornice di gara-5 ha sicuramente pochi eguali in stagione, un catino bollente (in tutti i sensi) accoglie due squadre che continuano a battagliare senza apparenti vincitori. Palestrina raccoglie la sfida e ribatte prontamente colpo su colpo, piazzando la prima tripla di serata con Rizzitiello tra i due canestri di Morici e Rossi (4-7), ma la serata monstre di Rezzano è evidente dalle battute iniziali e il capitano guida i neri al parziale che doppia gli avversari: 14-7. Un timeout rischiara le menti arancioverdi, Carrizo accorcia ed ora Palestrina sembra più viva nonostante il tabellone lanci col 20-11 le ambizioni dei locali. Sono ancora Rossi e Rizzitiello a metterci una pezza, prima che Carrizo e un bel tiro di Beretta aggiornino il divario a -1. Il canestro di Ruggiero non allenta la pressione ospite, concretizzatasi con il sorpasso dopo la prima sirena, difesa di ferro ed ottime scelte in attacco regalano il +4 scritto da Carrizo e riproposto da Rizzitiello. Sul 24-28 la situazione falli è tuttavia già allarmante, San Severo colleziona nove punti in fila tra cui una bomba del MVP Di Donato e stravolge l’inerzia. Quest’ultimo si ripete dopo che Rossi aveva quasi da solo rifirmato la parità, passando poco dopo come Rizzitiello nelle vesti di assist-man: Ochoa raccoglie due palloni e tiene i suoi a -1. Ma Rossi è in trance e spara da tre il tiro del sorpasso, mantenuto fino alla sirena con un’altra prodezza: 41-43.

Nella ripresa sono ancora del #8 le cose migliori, la stanchezza avanza sulle due formazioni, gli errori aumentano. Non per Rossi che aggiunge altri cinque punti e sul 43-50 emoziona il folto pubblico laziale. Rizzitiello paga due chiamate arbitrali che condizioneranno il suo utilizzo, San Severo recupera in lunetta ma nulla può sulla tripla di Ochoa che la riporta a -6. Drammatica la gestione falli per la panchina arancio verde, rincuorata tuttavia dalla prestazione di Rossi che chiude la terza frazione sul 52-56.

Di nuovo Palestrina, San Severo annaspa e Carrizo la punisce, mentre Beretta riesce a rompere gli indugi causando il secondo antisportivo di Sodero. Per Salvemini c’è la carta Piccone che si rivelerà azzeccata, nel frattempo Palestrina scrive il 52-59 ma non trova la tripla del possibile +10. Un fallo di Beretta su Rezzano, ai più parso inesistente, lascia in linea di galleggiamento i pugliesi che faticano a trovare soluzioni efficaci. Palestrina gioca meglio ma sciupa clamorosamente le azioni che potevano mandarla in fuga. Il basket non perdona e dopo un paio di minuti sarà Scarponi in transizione a sancire la parità a quota 59. Tutto in bilico, Carrizo colpisce ma Di Donato e Rezzano mostrano i colpi migliori rendendo vana anche la tripla di Ochoa: 64-64. Decisivo l’apporto nel frangente di Piccone che velocizza la circolazione e Di Donato completa la serata con la conclusione dai 6.75 del +3. Palestrina non cede, cerca il ferro con Rizzitiello che dalla lunetta fa 67-66 e si affida a Morici in difesa, rimbalzi e nervi saldi. Ma l’argentino a 90 secondi dal termine tira fuori dal cilindro un’incredibile tabellata allo scadere che fa sognare Palestrina: 67-69. Un’illusione cancellata da Ruggiero e da una rimessa contestata, che assegna il possesso a San Severo e di nuovo Ruggiero segna aggiungendo un libero supplementare d’oro. Sembra fatta, ma c’è tempo per ulteriori emozioni, sebbene Rezzano appoggi anche il 74-69. Bomba rapida di Rischia e 1/2 dei gialloneri a tempo fermo, con Carrizo mandato a sua volta in lunetta. Segnato il primo, sbaglia forse volontariamente il secondo e per un attimo Morici pare poter correggere a canestro ma la palla scivola via e San Severo blinda la vittoria (77-73) e l’accesso a Montecatini. Una serie memorabile di cui è già stato detto tutto, Palestrina certifica un livello competitivo mai raggiunto e ripenserà forse a lungo al sogno sfumato in modo così beffardo.

SAN SAVERO-PALESTRINA 77-73 (22-19, 41-43, 52-56)
ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO: Antonelli, Piccone 2, Stanic 11, Rezzano 25, De Zardo 4, Di Donato 21, Petrushevski ne, Magnolia ne, Scarponi 5, Ruggiero 9, Sodero 2, Petracca ne. All. Salvemini
CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Fiorucci, Rischia, G.Rossi 23, Banchi 4, Morici 7, Ochoa 10, Beretta 3, Santucci ne, Cecconi ne, Rizzitiello 12, Mattei ne, Carrizo 14. All. Ponticiello

Ufficio Stampa Pallacanestro Palestrina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *