ROMA A PEZZI E SENZA IDEE: RANIERI IMBATTUTO SENZA FATICA

Condividi l'articolo

ROMA – Tornando indietro nel tempo, ci sarebbe da rimangiarsi le parole quando dopo Roma-Genoa, parlammo di un Fonseca che avrebbe dovuto dare più equilibrio alla squadra cercando di limitare i gol presi. Da lì però la squadra ha perso l’intensità offensiva, snaturando il proprio gioco a discapito dei gol fatti. Oggi a Genova la compagine giallorossa, ha toccato il fondo: per Audero uno dei pomeriggi più tranquilli della sua carriera, mentre per la Roma Uno dei pomeriggi poi bui della storia recente: altri due infortunati, che si aggiungono ai lungodegenti, un espulso, 98’ totali senza impensierire mai la peggior difesa del campionato. Ranieri non ha dovuto faticare per niente per portare a casa un punticino che dà morale ad una squadra allo sbando; anzi nel finale Pau Lopez c’ha dovuto mettere i guanti per evitare la beffa. Della Roma cosa raccontare? 4 esterni (Florenzi, Spinazzola, Kolarov e Kluivert pure espulso quest’ultimo), al limite del ridicolo con errori di concetto inconcepibili per gente che gioca a questi livelli, il quinto, Perotti subentrato dalla panca, impalpabile; Kalinic e Cristante infortunati e Dzeko limitato dai problemi al volto che lo ha costretto a giocare con la maschera. Senza considerare uno Zaniolo sbattuto da una parte all’altra del campo. Gli unici a difendere l’onore sono stati i 2 centrali di difesa Mancini e Smalling e Veretout. Da segnalare anche la buona prova di Pastore impiegato da centrale di centrocampo. La situazione si fa molto preoccupante perché anche contro il Milan mancheranno molti titolari. Il lavoro di Fonseca sembra essersi fermato dopo una serie di partite in cui sembrava che .i giocatori giallorossi stessedo incamerando le idee del mister.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *