Roma, anche Cristante KO: i centrocampisti sono finiti! (news web CdS.it)

Condividi l'articolo
Problema al pube per il nazionale azzurro, costretto ad uscire dal campo dopo soli sette minuti

ROMA – Un incubo che non sembra terminare. Cambiano i metodi di allenamento e vengono rizollati i campi, eppure non si fermano gli infortuni muscolari. Dopo soli sette minuti di gioco della gara contro la Sampdoria, Bryan Cristante è stato costretto a uscire dal campo per un problema al pube. Altro problema muscolare, altra grana per la Roma di Paulo Fonseca (in tribuna a Marassi) che è stata costretta a inserire sulla linea mediana Javier Pastore, per assenza di altri centrocampisti. Sono ancora fuori infatti Mkhitaryan, Pellegrini e Diawara e l’argentino è l’unico trequartista capace di giocare anche nella zona bassa del centrocampo.

Quello di Cristante è il nono infortunio muscolare in queste prime otto giornate di campionato. Del problema ne ha parlato Fonseca in conferenza stampa: “È un problema che riguarda tutte le squadre. Sono giocatori impegnati sia nei club che in Nazionale, e ogni settimana continuiamo a rilevare altri infortuni. Sollevo nuovamente questa questione, e voglio citare le parole del tecnico del Psg: “In questo momento si stanno ammazzando i grandi giocatori”. È umanamente impossibile giocare così tante partite in poco tempo. Chi gestisce il calcio ai massimi livelli dovrebbe riflettere su questo tema. La gente va allo stadio per vedere i grandi giocatori, che però vengono coinvolti in questi infortuni. Questi calciatori non hanno il tempo per riposare e recuperare. Finito il campionato e le competizioni europee ci sono regolamermente Europei, Mondiali o coppa d’Africa. Dieci-Quindici giorni non sono un tempo sufficiente per recuperare”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *