Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ROMA CORSARA PER BLINDARE IL QUINTO POSTO

Condividi l'articolo

TORINO – Missione compiuta… il primo mini traguardo o meglio, il premio di consolazione, il quinto posto, alla fine è arrivato a margine di una partita ben giocata dalla Roma, trascinata da un Dzeko versione Manchester City, ma condizionata comunque dai soliti errori individuali, di Mancini sul primo gol e si Pau Lopez sul secondo, che hanno rischiato di rovinare una prestazione corale molto buona. Dopo il vantaggio granata di Berenguer è stato proprio Dzeko a mettere le cose a posto con un sinistro chirurgico su assist di Mkhitaryan, dal vertice dell’area piccola: bello il servizio dell’armeno ma il controllo di destro e gol di sinistro del bosniaco sono da far vedere e rivedere ai bambini delle scuole calcio. L’1-2 è la naturale conseguenza di una supremazia netta ed evidente: ci pensa Smalling di testa a trasformare in oro un calcio d’angolo battuto da Carles Perez. Nella ripresa il Toro ci prova con più convinzione ma è la Roma a rendersi più pericolosa. Prima con una punizione da distanza assiderale di Kolarov che c’entra in pieno il palo, poi con una giocata di Dzeko che si guadagna un rigore sacrosanto. Dal dischetto va Diawara che fissa il risultato sull’1-3. La partita scorre via senza patemi se non fosse che Pau Lopez decide di riaprirla con una quaglia (papera in gergo romano) che regala a Singo il primo gol in Serie A. Il finale però è ben controllato dalla Roma, anzi c’è solo il tempo per veder cancellato un gol da cineteca ancora di Dzeko. Il bosniaco è in forma smagliante pronto per tuffarsi nell’avventura europea. E chissà che una stagione mediocre, possa trasformarsi in entusiasmante grazie proprio al cammino in Europa League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *