Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Roma, febbre Barcellona: Olimpico sold out. Di Francesco: ”Nessuna paura” (rs web Repubblica.it)

roma
Condividi l'articolo
romaBiglietti a ruba per il ritorno dei quarti contro Messi e compagni, il tecnico: ”Sarà una sfida entusiasmante e siamo contenti di potercela giocare”

ROMA – Altro che lavoro per tenere tutti concentrati sul campionato. Nella Capitale la febbre Barça è già salita e da giorni non si parla d’altro. Eusebio Di Francesco, ospite questo pomeriggio all’Università di Tor Vergata per una lezione agli studenti di Scienze Motorie, ha potuto toccare con mano. L’argomento più richiesto? Nemmeno a dirlo: la doppia sfida dei quarti di Champions contro i blaugrana: “Da allenatore dico che c’è prima il Bologna – prova a frenare l’allenatore della Roma – . Ma posso sicuramente dire che sarà una sfida entusiasmante e siamo contenti di potercela giocare. Mi auguro che possa essere motivo di orgoglio quando ci rivedremo l’11 dopo la gara di ritorno. Ma prima dobbiamo pensare a mantenere il terzo posto in classifica e prepararci per fare una grande partita all’andata: se dovessimo far male il ritorno sarebbe molto complicato”.

“TESTA ALTA E DIGNITA'” – Sulle armi da usare per fermare il Barcellona, il tecnico giallorosso ha pochi dubbi: “Grande forza e dignità: voglio che i miei mettano in campo tutto sapendo che avranno davanti la squadra più forte del mondo. Non dobbiamo avere paura, grandissimo rispetto nei confronti di una squadra forte, ma non timore di affrontarla. Dobbiamo piuttosto essere orgogliosi di farlo, a testa alta”.

“L’ENTUSIASMO CI AIUTERA'” – Mentre l’Olimpico si prepara al sold out per la sfida di ritorno, Di Francesco assicura che anche nella gara di andata la spinta del tifo non mancherà: “Sono sicuro che sentiremo il loro calore anche a Barcellona: l’entusiasmo che c’è non può che aiutarci. Sono occasioni rare e questo deve riempirci di orgoglio e far sentire la pressione giusta. Ma sarà importante non perdere l’equilibrio, dentro e fuori”.

“SCHICK? DIAMOGLI TEMPO” – D’altronde dalla gara col Napoli, questa pare un’altra Roma: “Abbiamo avuto un periodo di difficoltà – ammette Di Francesco -. Ma adesso siamo tornati ad essere una squadra compatta, forte, con grandissimo equilibrio e questo credo possa fare la differenza da qui alla fine”. Chissà, magari con un Patrik Schick in più… “Dobbiamo dargli il tempo di crescere, migliorare e poter giocare con continuità. Io ho fatto delle scelte ben precise che si legano a delle partite, lui ha avuto meno possibilità degli altri ma ha anche avuto meno possibilità di allenarsi. Ha grandi mezzi, deve migliorare in alcuni movimenti ma la sua risposta dalla nazionale mi è piaciuta tantissimo, significa che si sta calando in questa realtà sapendo che ci sono delle difficoltà. Per chi gioca o allena a Roma non è facile, esiste la pressione, e sta a noi far vedere che meritiamo questa piazza. E toccherà anche a lui“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *