Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Roma fuori dall’Europa, passa il Siviglia di Monchi (news web CdS.it)

Condividi l'articolo
Gli spagnoli vincono con i gol nel primo tempo di Reguilon e En-Nesyri e passano ai quarti

DUISBURG – Troppo poco per andare avanti. La Roma perde 2-0 e va fuori dall’Europa League: ai quarti passa il Siviglia dell’ex Monchi. Un primo tempo tutto sbagliato (gol di Reguilon e En-Nesyri), una ripresa senza cambio di passo e gli spagnoli superano il turno con merito. Deludenti i giallorossi: Dzeko è troppo solo per fare miracoli, Zaniolo non fa la differenza e le assenze di Smalling e Veretout pesano troppo. L’ultima partita di Pallotta è da dimenticare, mentre i tifosi già pensano a Friedkin sperando in qualcosa di diverso.

TRAVERSA DI KOUNDE’, ROMA IN DIFFICOLTA’ – Fonseca in avvio punta su Mancini, Ibanez e Kolarov in difesa e Cristante-Diawara coppia in mediana. In avanti Zaniolo e Mkhitaryan alle spalle di Dzeko. Dall’altra parte, Lopetegui sorprende tutti lanciando Suso in attacco con En-Nesyri e Ocampos. Proprio l’ex di Milan e Genoa si fa subito vedere con un destro dal limite deviato in angolo da Pau Lopez. Il Siviglia è molto aggressivo e gioca molto sugli esterni, mentre la Roma è troppo timida e non riesce a trovare le misure. Gli spagnoli ne approfittano e al 12′ Koundé anticipa tutti di testa su calcio d’angolo colpendo la traversa.

REGUILON E EN-NESYRI, FA FESTA IL SIVIGLIA – La squadra di Fonseca è in grande difficoltà e al 22′ va sotto. Innescato da Banega, Reguilon scatta in profondità saltando Bruno Peres e Ibanez e beffando Pau Lopez con un tiro non irresistibile. I giallorossi tentano di reagire e al 35′ costruiscono la prima occasione, con un tiro di Zaniolo che viene deviato in angolo. E’ un lampo, perché il Siviglia torna a gestire il gioco e al 44′ raddoppia. Ocampos scatta in contropiede, salta in velocità Ibanez e serve in mezzo all’area En-Nesyri, che appoggia facilmente in rete.

In avvio di ripresa la Roma parte meglio e si rende pericolosa con un paio di spunti di Mkhitaryan. Il tempo però va veloce e Fonseca prova a cambiare inserendo Pellegrini e Carles Perez per Diawara e Zaniolo. Entra anche Villar, ma la Roma è sfiduciata e il Siviglia (annullato il 3-0 a Koundé per fuorigioco, traversa di Banega su punizione) gestisce con facilità. Nel finale espulso Mancini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *