Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ROMA VITTORIA COL BRIVIDO…

Condividi l'articolo

BERNA – Una Roma rivoltata come un calzino da Fonseca, rischia più del lecito in questo esordio in Europ League, contro uno Young Boys che in campo si è dimostrato davvero poca cosa. Fonseca sorprende tutti cambiando addirittura 9 undicesimi rispetto alla squadra andata in campo domenica sera contro il Benevento in campionato. Il turn Over esagerato del portoghese genera un primo tempo imbarazzante, con gli svizzeri capaci di procurarsi un rigore e di trasformarlo, per un fallo ingenuo di Cristante. La Roma non cambia marcia, nonostante lo svantaggio e la gara ha davvero poco da dire in questa prima frazione. Nella ripresa Fonseca fa mea culpa e sfruttando anche la possibilità di fare 5 cambi, mette dentro i pezzi da novanta: e così Dzeko manda in porta Bruno Peres con un tocco delizioso per il gol dell’1-1 e Mkhitaryan serve un cioccolatino sulla testa di Kumbulla, che bagna il suo esordio europeo con un gol che poi si rivelerà vincente. Da qui la Roma controlla anche e soprattutto per gli ingressi di Spinazzola e Veretout. Finisce così con un successo più agevole di quanto dica il risultato perché dopo l’ingresso dei titolari la partita ha subito assunto la piega sperata per gli ospiti. Di contro c’è da considerare che alcuni dei giocatori rispolverati dal miater in questa occasione, ha dimostrato una volta di più che non possono militare in una squadra che ha ambizioni importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *