Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Ronaldo trascina la Juve, Roma battuta e scavalcata (news web ilTempo.it)

Condividi l'articolo
All’Allianz i padroni di casa s’impongono 2-0

TORINO – La Juve trascinata da Cristiano Ronaldo supera 2-0 la Roma allo Stadium, la scavalca in classifica al terzo posto e si porta a 5 punti dalla vetta con una partita in meno. Decidono il gol del portoghese, che festeggia così il 36mo compleanno e l’autorete di Ibanez nella ripresa, nel tentativo di evitare il tap-in dello stesso Ronaldo.

PRIMO TEMPO – La Roma parte meglio, si avvicina un paio di volte alla porta di Szczesny, ma al 12’ passa la Juve: Sandro dalla sinistra serve in area Morata che dà all’indietro a Cristiano Ronaldo, sinistro preciso e non velocissimo che si infila nell’angolo basso. Il copione della partita non cambia: i bianconeri fanno giocare la Roma, si difendono bassi e ripartono. Al 21’ un destro al volo di Cristante sfiora l’incrocio dei pali, un minuto dopo è la Juve ad andare vicina al 2-0 con il tiro del solito Ronaldo, deviato da Kumbulla, che picchia sulla parte interna della traversa e cade pochi centimetri fuori dalla linea di porta. Al 27’ occasione Roma: sull’angolo dalla sinistra di Veretout, arriva in corsa Mancini che da pochi passi calcia male al volo e spedisce il pallone 5-6 mt a lato alla destra di Szczesny Al 41’ ancora Ronaldo in diagonale, stavolta Pau Lopez è pronto a respingere.

SECONDO TEMPO – La ripresa segue lo stesso copione: Juve in attesa e ripartenza, Roma che cerca di rendersi pericolosa, ma i tiri in porta latitano. Al 58’ tiro-cross di Spinazzola che passa non lontano dalla porta juventina. Alla mezz’ora della ripresa Fonseca rivoluziona la squadra con tre cambi: via un opaco Villar per Diawara, entrano anche Carles Perez per Cristante e soprattutto Dzeko, che torna in campo dopo le settimane in tribuna per i dissapori con il tecnico, al posto di Mayoral. Cambi anche per la Juve, con l’ingresso di Cuadrado e Kulusevski per Morata e McKennie. Al 67’ pericoloso Carles Perez, che tira al volo dopo uno scambio volante proprio con Dzeko: parata di Szczesny. Al 69’ la Juve improvvisamente raddoppia: giro palla, cross di Kulusevski, e Ibanez in scivolata insacca nella sua porta nel tentativo di anticipare Ronaldo.

Gli ultimi 20 minuti sono di controllo per i bianconeri, mentre la Roma tenta la reazione senza impensierire il portiere bianconero, a parte l’azione tambureggiante all’80’ con un cross di Bruno Peres su cui Dzeko arriva in ritardo e subito dopo un tiro-cross di Spinazzola. Per i capitolini l’ennesimo passo falso contro le «big», anche se sicuramente con una prestazione più incoraggiante rispetto, per esempio, ai flop clamorosi contro Atalanta e Lazio. Per la Juve è l’inizio di un nuovo campionato: tra le squadre che si contenderanno lo scudetto c’è anche la squadra di Pirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *