Timeout Channel

Il Portale dello Sport

UNA BELLA ROMA ESPUGNA IL BENTEGODI: VITTORIA DA GRANDE

VERONA, ITALY - DECEMBER 01: Diego Perotti of As Roma celebrates with teammates after scoring his team second goal during the Serie A match between Hellas Verona and AS Roma at Stadio Marcantonio Bentegodi on December 1, 2019 in Verona, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Condividi l'articolo

VERONA – Risultato importante quello che la Roma ottiene in un campo ostico come il Bentegodi, al cospetto di un Verona finora molto concreto e in grande spolvero. L’1-3 finale è frutto di una prestazione di altissimo livello da parte della squadra di Fonseca, che in alcuni momenti del match, accetta pure di lasciare il pallino in mano agli scaligeri per poi colpirli al momento giusto. È quello che accade al gol del vantaggio giallorosso: Pellegrini col telecomando, serve Kluivert sulla sinistra; l’olandese vola via verso la porta avversaria e trafigge Silvestri non particolarmente attento nell’occasione. Il vantaggio però dura un batter di ciglia perché la difesa romanista si fa bucare a destra dalla parte di Santon, il cross di Zaccagni è lungo sul secondo palo dove un Kolarov distratto, permette a Faraoni di colpire indisturbato di testa e di battere Pau Lopez. 1-1 e Roma stordita. L’Hellas spinge e troverebbe anche il raddoppio sempre con Faraoni ma tutto viene vanificato dal Var che cancella il gol per un nettissimo fuorigioco nel momento in cui l’azione veronese è partita. Dopo 4’ di stop, si riparte e la Roma raddoppia: Under nell’unica cosa positiva della sua inguardabile partita, infila un pallone sul taglio per Dzeko, che prende il tempo a Gunter che non può far altro che stenderlo. Calcio di rigore ineccepibile e visto che nel frattempo è entrato Perotti per l’infortunato Kluivert, è proprio El Monito a presentarsi sul dischetto ed a spiazzare Silvestri. 1-2 e Roma di nuovo avanti. Il primo tempo si conclude così con Juric imbufalito per aver subito il secondo gol proprio nel momento più positivo dei suoi. Nella ripresa complici anche le condizioni del campo appesantito dalla pioggia, le due squadre fanno più fatica a creare occasioni. L’Hellas continua a spingere trascinata da un Amrabat onnipresente, ma di occasioni dalle parti di Pau Lopez nemmeno l’ombra. Anzi è la Roma a sfiorare più volte il terzo gol, con Pellegrini e Under in azioni di ripartenza. Nel finale poi con i padroni di casa in avanti alla ricerca del pari, Pellegrini e soprattutto Perotti confezionano l’assist per l’1-3 che chiude la contesa, firmato Mkhitaryan al rientro dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per quasi due mesi. Un recupero importante in vista del match di venerdì a Milano contro la capolista Inter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *