UNA ROMA INFINITA ABBATTE IL NAPOLI E SI LANCIA IN ZONA CHAMPIONS

Condividi l'articolo

ROMA – La Roma torna a vincere il derby del sud all’Olimpico e lo fa nella maniera più bella per i suoi tifosi, giocando una partita di spessore e qualità al cospetto di un Napoli a tratti stupito dalla forza dell’avversario. La Roma capitalizza subito la propria superiorità col vantaggio di Zaniolo: lancio in verticale di Mancini per Spinazzola bravo ad andarsene alle spalle di Mario Rui. L’assist per il 22 è preciso come la giocata da maestro del ragazzino scuola Inter: palla aggiustata al limite e schiaffo di sinistro sotto il sette alla sinistra di Meret. Vantaggio meritato e squadra giallorossa che continua ad imperversare dalle parti dell’area di rigore del Napoli. Dopo un altro intervento del portiere ospite, è Callejon a combinare la frittata, anticipando di mano Smalling sul vertice dell’area. Aureliano dal Var richiama l’attenzione di Rocchi che dopo aver rivisto l’azione concede il penalty. Sul dischetto si presenta Kolarov che si fa neutralizzare il tiro dal portiere partenopeo. Da qui inizia un’altra partita col Napoli che sale pericolosamente dalle parti di Pau Lopez. Ne esce un finale al cardiopalma con Smalling che in rovesciata toglie il gol a Di Lorenzo proprio sulla linea di porta; Milik da un metro colpisce la traversa e sulla respinta Zielinski colpisce il palo. È il momento più positivo degli ospiti che però non evita agli uomini di Ancelotti di andare al riposo in svantaggio. Nella ripresa la Roma rientra con lo stesso piglio dell’inizio di gara e Pastore si erge ancor più a protagonista e si conquista dal nulla un altro calcio di rigore. Sul dischetto stavolta si presenta Veretout che infila Meret che riesce solo a toccare la botta forte dell’ex viola, senza evitare il gol. 2-0 e Roma straripante: il terzo gol viene evitato soltanto da un Meret in grande spolvero e un po’ di imprecisione degli avanti giallorossi. Ancelotti, sostituito in panchina dal figlio Davide, si gioca tutte le frecce offensive ma fatica comunque a farsi vedere dalle parti di Pau Lopez. Il 2-1 arriva grazie ad uno spunto di Lozano che dal fondo mette dentro un pallone velenoso che ne il portiere giallorosso ne Çetin riescono a respingere; Milik è pronto e sotto misura insacca. Si prospetta un finale concitato ma l’intensità della Roma non cala e si arriva al 96’ senza grossi sussulti. All’ultimo secondo però Çetin ferma ingenuamente Milik al limite, concedendo l’ultima chance ai partenopei e rimediando il secondo giallo della sua partita. La punizione del centravanti polacco però, incoccia la barriera facendo tirare un sospiro di sollievo a tutto il popolo giallorosso che può gioire per un successo di prestigio che lancia la squadra si Fonseca ancor più in alto in classifica.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *