Ascoltaci in Diretta

La Voce del DirettoreTutte le notizie scritte dal Boss in persona

VERSO ROMA-NAPOLI: VENTURA FA L’ENNESIMO SGARBO ALLA SQUADRA GIALLOROSSA

Condividi l'articolo

ROMA – Il caso del giorno ha un nome e cognome Stefan El Sharaawy ed ha come protagonisti da una parte la Roma indignata, dall’altra una federazione intesa proprio come Nazionale Azzurra, che rifiuta ogni responsabilità. Ma facciamo un po’ di chiarezza. Il giocatore ex Milan e Genoa chiamato da Ventura per il doppio impegno contro la Macedonia e l’Albania, si fa male in allenamento e quindi dovrebbe saltare le partite anche se non si tratta di una cosa talmente grave, da costringerlo ad abbandonare il ritiro azzurro. Fin qui tutto ok… Lo stupore generale da parte della Roma, nasce praticamente a tempo scaduto della partita con l’Albania quando il giocatore entra in campo per disputare un minuto e mezzo del tempo di recupero. Al ritorno a Trigoria, si accerta che El Sharaawy non riuscirà a rispondere presente alla convocazione di Di Francesco per la partita di sabato sera contro il Napoli, per il protrarsi del problema avuto in nazionale (edema all’adduttore destro). E allora in casa Roma ci si chiede come sia stato possibile farlo giocare anche se per un solo minuto e mezzo nella partita di qualificazione. Questa mancanza di rispetto verso i colori giallorossi da parte del CT, sempre molto restio per la verità verso questa sponda del Tevere, ha fatto si che salisse la tensione tra via Allegri e i vertici giallorossi. Per tornare a cose di campo, De Rossi e Pellegrini hanno smalitito definitivamente i guai muscolari che gli hanno impedito di rispondere alla convocazione azzurra, mentre ancora qualche problema per Strootman che ieri ha fatto soltanto palestra e che dei 3 è quello che desta maggiori preoccupazione. Out come detto El Sharaawy, la formazione anti Napoli è praticamente fatta con Alisson in porta, linea difensiva da destra con Peres, Manolas, Jesus (e non Fazio per una questione di velocità, visto che da quelle parti graviterà un certo Mertens) e Kolarov; mediana composta da Pellegrini, De Rossi e Nainggolan, trio d’attacco con il cannoniere Dzeko supportato da Perotti (anche lui ha recuperato) e Florenzi riproposto nella stessa posizione di Milano.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *