Ascolta "Goodmorning Football" su Spreaker.

Virtus, finale amaro a Trapani

Condividi l'articolo

Al PalaConad finisce 87-86 per i padroni di casa

Al PalaConad di Trapani, nel match della ventitreesima giornata di campionato di Serie A2 Old Wild West, la Virtus Roma recrimina per un epilogo dal sapore amaro, in una partita nervosa dai volti diversi.

Un inizio di gara firmato Aristide Landi quello al Palaconad: suoi, infatti, i primi 6 punti Virtus del match (6-6, dopo 3’). La 2B Control raggiunge il primo vantaggio con il canestro di Miaschi, ma la squadra capitolina tiene il match grazie ai punti dei due americani Sims e Moore. Il primo quarto si chiude con il vantaggio della squadra di casa per 24-22.

Nel secondo quarto la Virtus esce allo scoperto nei primi secondi con Baldasso ma la squadra di casa reagisce subito e raggiunge con Renzi il massimo vantaggio in partita fino a quel momento (+15). In seguito al tecnico fischiato a Pullazi, la Virtus recupera dallo svantaggio in doppia cifra e chiude il primo tempo con una tripla di Santiangeli sulla sirena, che firma il 53-45.

Il terzo quarto si apre con una ritrovata Virtus che mette a segno un parziale di 12-0 e si porta in vantaggio sui padroni di casa raggiungendo il +4 (59-63). Trapani chiude il parziale con un canestro di Mollura e rientra in partita, ma i punti di Moore e compagni permettono alla Virtus di allungare la distanza con un nuovo parziale di 9-0 in chiusura del terzo quarto, che termina 64-72.

Nell’ultimo quarto i padroni di casa inseguono gli uomini di coach Bucchi per tentare il tutto per tutto dopo un buon primo tempo, firmando un parziale di 12-0: a 5’ dal termine del match il tabellone segna 81-81. E’ Landi a sbloccare la situazione ma Trapani, con la tripla di Czumbel, riprende fiducia e si riporta sul +2 (86-84), con Moore che poco dopo firma il pareggio. Czumbel segna il libero del +1, ultimo canestro della gara che si conclude 87-86.

Il commento del DS Valerio Spinelli al termine del match: «Trapani ha avuto un buon inizio partita mentre noi non siamo riusciti ad entrare subito nel match. L’abbiamo fatto nel terzo quarto, in cui abbiamo firmato un parziale importante senza, però, riuscire a mantenere il vantaggio che avevamo ottenuto. Trapani ha meritato di vincere giocando un’ottima gara, ma ritengo gli arbitri i protagonisti della partita: non trovo giusto che siano loro a decretare la vincitrice di un match del genere: dovrebbero farlo i giocatori dal campo. Entrambe le squadre, vincendo, avrebbero avuto i propri meriti, ma una partita conclusa con un fischio arbitrale è l’ennesima conferma che gli arbitri vogliono decidere le sorti dei match».

2B Control Trapani – Virtus Roma 87-86 (24-22; 53-45; 64-72; 87-86)

2B Control Trapani: Renzi 8, Artioli 0, Miaschi 26, Czumbel 9, Clarke ne, Mollura 9, Marulli 13, Nwohuocha 3, Ayers 8, Pullazi 11. All. Parente.

Virtus Roma: Alibegovic 0, Lucarelli ne, Chessa 0, Moore 26, Baldasso 11, Saccaggi 0, Landi 13, Prandin 2, Sims 20, Santiangeli 14. All. Bucchi.

Ufficio Stampa Virtus Roma

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *