Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Attaccanti a centrocampo: la mossa di Mourinho che ha sconfitto lo Zorya

Condividi l'articolo

La Roma torna a vincere davanti ai propri Tifosi e lo fa giocando bene pur avendo davanti un avversario, lo Zorya, non proprio irresistibile.

La gara

Mister Mourinho disegna la squadra con la difesa a tre, con Mancini braccetto di destra e Kumbulla a sinistra, Smalling torna al centro della difesa. Nella pura fase difensiva si vede Karsdorp fare due passi indietro e Kumbulla scalare verso sinistra (quasi un tre e mezzo di Spallettiana memoria). Una mossa messa in atto per non oberarare El Sharawy di un lavoro troppo stressante sul piano fisico.

A centrocampo si parte  con cinque uomini e spostando di qualche metro la posizione di Perez, si passa a quattro, passando da un 3-5-2 , al 3-4-3, Veretout si piazza al centro e a parte lo sfortunato episodio del rigore, disputa una buona partita , grosso spirito di abnegazione per Mkhitaryan ed eil faraone nei ripiegamenti e ripartenze, poi Carles Perez schierato non a ridosso della linea laterale come accade solitamente , ma piu in mezzo al campo e nel vivo del gioco, non a caso sigla il vantaggio giallorosso e si procura un calcio di rigore.

Meritano una menzione a parte gli attaccanti Zaniolo e Abraham perché già dall’ inizio mostrano voglia e determinazione. Entrambi sprecano troppe occasioni che potevano e dovevano essere concretizzate ma nel corso della gara si evidenzia il loro strapotere tecnico e fisico, e mettono la firma sugli altri gol giallorossi, accompagnati da gesti tecnici di altissima fattura.

Buona la prestazione dei difensori. il ritorno di Smalling garantisce una eccellente alternativa in mezzo alla difesa.

Nel finale cambi per risparmiare dei minuti a qualche giocatore in vista della gara col Torino.

Tatticamente

Il centrocampo con gli attaccanti ha funzionato bene. La tecnica di Mhkitaryan e di Carles Perez ha disorientato gli uomini dello Zorya. Il continuo intercambio delle posizioni ha reso difficile la lettura difensiva per la squadra ucraina.

Gli attaccanti si sono mossi bene. Hanno variato movimenti che suggerivano la profondità e altri che erano impostati vero il centro del campo per partecipare all’azione e rompere le linee dello Zorya.

La difesa trova fiducia e si muove in modo armonico e organizzato. La presenza di un centrocampo tecnico ha alleggerito la pressione sui difensori in fase di impostazione che hanno potuto affidare la palla ai “centrocampisti”.

Domenica c’è il Toro

Domenica sarà difficile rivedere una squadra così sbilanciata in fase offensiva. Il Torino è una squadra solida e ben organizzata abituata a colpire in contropiede. La Roma dovrà prestare molta attenzione sulle fasce dato che Juric è bravissimo a sfruttarle. L’attacco dovrà essere bravo tecnicamente, dribblare i solidi difensori granata non sarà facile ma sarà una chiave per poter sbloccare il match. I giallorossi dovranno anche saper sfruttare i calci pizzati che possono trasformarsi in un’arma preziosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *