Condividi l'articolo
MILANO – Cinque anni dopo, la Roma torna ad espugnare il Meazza, sponda Inter con una rimonta materializzatasi ad un quarto d’ora dalla fine grazie ad un gol di testa di Smalling su punizione di Pellegrini. La Roma, stravolta da Mourinho che rinuncia ad Abraham e gioca col falso nueve, ci mette un pò a carburare ma l’Inter di questo periodo è davvero poca cosa ed a parte un gol annullato a Dzeko dal Var per fuorigioco del bosniaco stesso, non fa quasi nulla per portarsi in vantaggio. Alla mezz’ora la squadra nerazzurra il gol lo trova pure, con Dimarco che beffa Celik e con la collaborazione di Rui Patricio, infila la porta giallorossa. Il gol subito sveglia la squadra di Mourinho (che ha visto la partita da dentro un camper, causa squalifica) che prende campo e trova il pari con Paulo Dybala che al volo di sinistro calcia in porta un pallone al bacio messo dentro da Spinazzola. La Roma non si ferma e chiude la prima frazione nella metà campo di un’Inter spaesata. Nella ripresa riparte forte la squadra giallorossa, che grazie un Matic versione europea, comanda il gioco e detta i ritmi del match. Il gol del vantaggio romanista arriva ad un quarto d’pra dalla fine: Pellegrini mette dentro un pallone da calcio franco dalla trequarti, Smalling è il piu lesto di tutti e Handanovic è battuto. Nel finale Abraham e Belotti entrati per Dybala e Zaniolo sfiorano a piu riprese il terzo gol, specie l’inglese in un’occasione si costruisce una opportunità ghiottissima per chiudere i giochi ma sbaglia inesorabilmente dopo una cavalcata di 40 metri. Alla fine nonostante quasi 7’ di recupero non succederà più nulla, con la Roma che riscatta la sconfitta di 15 giorni fa contro l’Atalanta, mentre l’Inter precipita sempre più dopo la seconda sconfitta consecutiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *