Condividi l'articolo

SVILAR 6.5 – Questa volta il clean sheet non arriva, tuttavia il portiere belga porta a casa un’altra prestazione eccellente, producendosi in due-tre interventi degni di nota.

ÇELIK 4.5 – Parte col piglio giusto, per poi rovinare tutto con l’espulsione. Provvedimento causato da un’entrata da tergo forse giudicata troppo severamente da Marciniak, comunque inutile ed evitabile.

SMALLING 7 – Il Chris dei tempi migliori, cancella dalla contesa Giroud. Bentornato.

MANCINI 8.5 – Come sette giorni fa l’Uragano Mancio si abbatte ancora una volta sul Milan, aprendo le marcature per poi imporre il segnale di stop a chiunque si presentasse nei suoi paraggi. Da leader.

SPINAZZOLA 6.5 – Impeccabile in fase di non possesso, ha sui piedi l’occasione per chiudere di fatto i giochi ma non è fortunato.

EL SHAARAWY 8 – Corre a perdifiato, si sbatte e si sacrifica per la causa giallorossa con una determinazione e una grinta da ventenne. L’emblema della Roma derossiana.

BOVE 6.5 – Fiato e carattere in quantità industriale, prende un sacco di colpi proibiti ma è sempre sul pezzo.

(dal 36’st) Angelino sv

PAREDES 6.5 – Tanta quantità e spirito di abnegazione.

PELLEGRINI 8 – Altra serata  super del Capitano, che prende un legno dalla distanza poi ribadito in rete da Mancini e produce una gran mole di lavoro difensivo. Da standing ovation la chiusura difensiva con cui salva Svilar nella fase più calda del match.

(dal 36’st) Renato Sanches sv

DYBALA 7.5 – Lascia il segno sulla sfida con un sinistro a giro pazzesco che vale il 2-0 romanista. Lascia il campo a Llorente per puntellare meglio la difesa in inferiorità numerica.

(dal 43’pt) Llorente 6.5 – Ci mette esperienza, carattere e mestiere concedendo poco o nulla a Leao.

LUKAKU 7 – Spazza via Gabbia andando a concludere nell’azione chiusa dal tap in vincente della Joya. Si arrende poi ad un problema muscolare.

(dal 28’pt) Abraham 6 – A livello di tiro in porta è sempre il solito Abraham sprecone ante infortunio. C’è da dire in ogni caso che si mette meritevolmente al servizio della squadra.

ALL. DE ROSSI 8 – Partita preparata bene e gestita ancora meglio. La sua Roma sa fare un buon calcio ma anche soffrire e superare compatta ogni avversità.

MVP: Mancini