Timeout Channel

Il Portale dello Sport

FONSECA CAMBIA MA LA SUA ROMA SA SOLO PERDERE

Condividi l'articolo

NAPOLI – Un’altra sconfitta… la Roma cade anche al San Paolo e viene raggiunta in classifica dai partenopei. Fonseca sistema la difesa a tre ma dopo una mezz’ora circa è costretto a rinunciare a Smalling, sostituito da Fazio. Il Napoli si presenta spesso dalle parti di Pau Lopez che evita la capitolazione in svariate occasioni e dove nulla può, è la traversa a salvarlo, come sul colo di testa di Milik. La Roma da parte sua prova a colpire di rimessa specie con Dzeko e Mkhitaryan, ma come al solito gol fatti zero. Nella ripresa il Napoli rientra molto determinato e la Roma soffre. Il vantaggio partenopeo è cosa fatta con Callejon che infila un pallone proveniente dalla sinistra. 1-0 e Roma in difficoltà. A rimettere le cose apposto ci pensa Mkhitaryan 5’ dopo, che sfrutta un movimento di Kluivert e dal limite dell’area batte Meret. I segni di risveglio della Roma sono però chimere, perché il Napoli assedia la porta di Pau Lopez che continua a parare tutto fin quando Ibanez e Fazio combinano il patatrack: la palla sulla respinta del Comandante la prende Insigne che insacca con un gol capolavoro su cui il portiere giallorosso nulla può. Ci si aspetta la reazione della squadra ospite ma i cambi non portano ad altro che ad un colpo di testa centrale di Dzeko al 97’. Finisce qui con un’altra sconfitta per una squadra che si sta abituando pericolosamente a perdere. Unica cosa positiva il ritorno in campo di Nicoló Zaniolo dopo 174 giorni ed in questa situazione già questo è tanto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.