Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Juventus Roma 1-0 (Post Gara Spalletti ,Nainggolan , Szczesny )

Condividi l'articolo
Spalletti Rai Sport
Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di Rai Sport La formazione iniziale? “Ha sorpreso poco e se avesse vissuto con i problemi di questa settimana risultava capibile. Se si analizzano i primo 20 minuti, si completano le analisi. Abbiamo preso gol sulla fisicità della Juventus. Gli altri hanno qualità diverse con Gerson avremmo dovuto giocare in maniera diversa. Salah non poteva fare tutta la partita”. Come ne esce la Roma? “Se ne esce con il dispiacere, il rammarico, abbiamo avuto due-tre occasioni per pareggiarla, non dico che loro non hanno meritato, se ne esce riordinando le idee, si fanno alcune analisi, si vede quelle davanti, quando non ci sono più ci si guarda indietro col pericolo di essere superati”. fraseggio con meno qualità? “Nel secondo tempo quando sono stati costretti ad abbassarci, abbiamo avuto la possibilità di gestire il gioco ma senza mostrare qualità. La Juve aveva esaurito la forza fisica iniziale, abbiamo soffocato le loro ripartenze ma abbiamo evidenziato qualche scelta meno qualitativa rispetto di altre volte. Possiamo fare di più, mi aspettavo anche io qualche giocata di più con Salah, Dzeko, El Shaarawy, Perotti ma dobbiamo migliorare”. Mercato di gennaio?“Stiamo guardando, ci saranno periodi in cui giocheremo partite ogni due giorni, di cose ce sono molte, il centrocampista è il ruolo che guardiamo di più”. Rincon? “E’ un buon calciatore, lo conosco poco, ci sono quelli specializzati che vi possono rispondere meglio”. Eravate intimoriti all’inizio? “Dovevamo fare meglio nei 15 minuti iniziali, abbiamo mosso palla in maniera rugginosa, dovevamo iniziare l’azione con più qualità ma le scelte di Allegri con questo impatto fisico ti creano preoccupazione e per questo hanno segnato”. La Roma patisce le gare importanti?“Abbiamo reagito bene ma dovevamo fare bene fin da subito. La Juve ha fatto qualcosa di più all’inizio e ci ha creato qualche problema. Non siamo come la Juventus, loro riescono a mantenere questa costanza di risultati, noi ci prendiamo queste pause di riflessioni e perdiamo quei tre-quattro punti”.
 Spalletti a Sky Sport 
 “Non siamo stati bravissimi nel primo quarto d’ora, poi abbiamo fatto la partita, abbiamo fatto bene quello che dovevamo fare. All’inizio non abbiamo avuto troppa qualità, loro sono ‘animali’ dal punto di vista fisico e ci hanno sovrastati, ma ce lo aspettavamo”. La scelta di Gerson? “L’ho sostituito perché era ammonito e c’era da fare qualcosa in più, quindi tentavo di sopperire alla botta fisica della Juventus. C’era da far scorrere un po’ di minuti, che veniva anche un po’ imposta perché Salah non stava benissimo, infatti non ha dato nel secondo tempo quella qualità che di solito dà. Io volevo arrivare al 50’-60’ senza subire e poi ragionare in maniera diversa. Se avessi fatto diversamente la gara sarebbe stata sofferta ancora di più da un punto di vista di impatto fisico”. Cosa pensi possa mancare alla Roma per giocarsela per lo Scudetto? “Ci sono ance altre squadre competitive come la Roma. Noi dobbiamo fare il nostro, la Juventus ha un po’ più di quadratura di squadra mentre non abbiamo qualche infortunato di troppo. Non avevamo la squadra nella migliore condizione, è chiaro che la scelta era fatta per sopperire alla forza della Juventus. Noi abbiamo altre caratteristiche, ma non potevamo mettere subito la gara sulla qualità. Abbiamo perso la partita sull’aspetto fisico, è quello che manca per essere come loro, quando c’è da lottare facciamo fatica”. Discorso scudetto ancora aperto? “Per me è aperto fino all’anno prossimo, per noi e per le altre squadre. È aperto finché c’è la matematica, nessuno mai si arrende prima di essere stato fatto prigioniero”.
Nainggolan a Sky
“È il calcio, penso che abbiamo fatto abbastanza bene. Dopo l’1-0 non hanno avuto grosse occasioni, noi invece non le abbiamo sfruttate. È una sconfitta che fa male per come siamo entrati in campo, penso che il punto sarebbe stato più giusto. Lo svantaggio è giù di 7 punti, vuol dire che devono perdere tre partite e non è facile, ma credo che non siamo peggio di loro. Oggi gli episodi hanno fatto la differenza, loro hanno avuto diverse occasioni. È stato bravo Higuain, ma credo che noi abbiamo fatto girare bene la palla e ci sono poche squadre che vengono a farlo qua. Se ho salutato Pjanic? Certo, perché no? Oggi abbiamo provato a fare un altro tipo di partita avendo tante assenze, Gerson ha dimostrato personalità. Ci è mancato magari lo scatto di Salah. Purtroppo non stiamo parlando di una squadra qualunque, bisogna dare anche merito all’avversario”.
 Szczesny a Sky 
 “Credo che dal punto di vista fisico loro siano stati molto migliori di noi. È un risultato molto deludente, volevamo dimostrare di essere una buona squadra e credo che l’abbiamo fatto, ma non abbastanza. Ci siamo riusciti solo in parte, siamo una buona squadra ma non ancora grande. Non abbiamo ancora la mentalità da campioni, su questo dobbiamo ancora lavorare molto. Credo che la differenza sia solo di mentalità tra noi e la Juve, anche se mi costa dirlo. Siamo molto dispiaciuti, ma dobbiamo lavorare su questo aspetto: in campo dobbiamo essere più uomini e meno ragazzi”.

Szczesny a Premium Sport

“Penso che abbiamo giocato meglio dopo il gol subito, ma non abbastanza per vincere la partita. La Juventus ha giocato meglio, ma non alla grandissima. Vincere il campionato? Diventa più difficile, volevamo ridurre il gap ma si è ampliato, contro un’ottima squadra. Dobbiamo prepararci per il Chievo e ricominciare a prendere fiducia, dobbiamo fare passi avanti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.