Condividi l'articolo
VERONA – La Roma domina al Bentegodi ma a causa degli errori di mira di Abraham (clamoroso quello su assist di Karsdorp e dopo aver saltato Montipò) rischia di incartare una partita che stava prendendo una brutta piega. Un doppio rimpallo in area, infatti aveva portato avanti i padroni di casa con Davidowic. Lo stesso difensore gialloblu però al 35’ decide di abbattere maldestramente uno scatenato Zaniolo: per lui rosso diretto dopo revisione del Var. Da qui in poi inizia un assedio degli uomini di Mourinho che pareggiano con Zaniolo poco prima del finale di tempo; azione magistrale di Camara (il migliore in campo in assoluto) che sradica una palla dai piedi di Tameze e fornisce un assist ad Abraham che solo davanti alla porta colpisce incredibilmente il palo, ma sulla respinta è lesto l’ex primavera dell’Inter che insacca. Nel secondo tempo Mourinho ricorre all’artiglieria pesante inserendo subito Volpato e Belotti. La Roma attacca ma il Verona regge, Mourinho butta dentro anche El Sharaawy e Shomurodov, ma la mossa vincente è Matic. L’ex United s’inventa una percussione sulla fascia all’88’ con palla dietro per Volpato che dal limite dell’area indovina l’angolino basso alla sinistra di Montipò. 1-2 e Roma meritatamente in vantaggio. Nei 5’ di recupero poi, El Sharaawy imbeccato sempre da Volpato arrotonda il risultato, con un tocco sotto a scavalcare il portiere e appoggio facile facile in porta. È il suggello ad un successo meritato, giunto nel fonale solo per gli errori di Abraham sotto porta. E la Roma torna quarta in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *