Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L’avversario di turno: Atalanta

Condividi l'articolo

Continuare il momento magico in campionato

L’Atalanta di Gianpiero Gasperini in campionato si trova in un momento magico, grazie alle sei vittorie nelle ultime sei partite in Serie A la “dea” si trova terza in classifica ad un punto sopra dal Napoli e a due punti dal Milan, la formazione nerazzurra non si è fatta scappare gli scivoloni delle squadre che prima stavano in testa al campionato, ansi l’atalanta ha vinto anche due scontri diretti fuori casa, 0-1 contro la Juventus e un rocambolesco 2-3 allo Stadio Maradona contro i partenopei.

Non si può dire dello stesso momento che ha passato la formazione bergamasca in Champions League, non è riuscita a passare il girone per accedere agli ottavi della massima competizione UEFA grazie alla sconfitta in casa per 2-3 contro gli spagnoli del Villareal, giocata anche con un giorno di ritardo per la fitta nevicata che ha colpito la città di Bergamo quel giorno. Non si può dire che solamente quella partita ha deciso che l’Atalanta non si qualificasse, perché nel corso del girone la squadra allenata da Gasperini ha lasciato per strada alcuni punti fondamentali, soprattutto in partite che si è fatta recuperare nella situazione di vantaggio.

Una realtà più che affermata

Prima di arrivare al livello che l’Atalanta ci ha abituati negli ultimi anni, negli anni Novanta e per buona parte degli anni Duemila, l’Atalanta è stata una squadra che formava giovani calciatori con un gran lavoro societario che ha portato ottimi risultati e tantissimi giocatori poi alle squadre più blasonate. Non con ottime annate, la formazione bergamasca si piazzava in una posizione di medio bassa classifica. Con il ritorno alla presidenza della famiglia Percassi la situazione è cambiata di molto.

Oltre ai meriti del gruppo Percassi e del direttore sportivo Gabriele Zamanga, c’è un grande artefici per il passo da grande dell’Atalanta, il mister Gian Piero Gasperini. Creatore di un gioco entusiasmante e dispendioso, i risultati raggiunti dal tecnico sono incredibili, considerando il valore di partenza della squadra. Lanciando i migliori giovani, rivenduti a peso d’oro per comprare altri giocatori, l’Atalanta dal 2016-17 ha raggiunto il quarto posto, poi il settimo nel campionato successivo, ma soprattutto un terzo posto nel torneo 2018-19 conquistando anche la finale di Coppa Italia persa contro la Lazio e nel 2019-20, stagione impreziosita dalla partecipazione nella Champions League, dove è stata eliminata dal Paris Saint Germain ai quarti di finale.

Conferenza stampa Gasperini «Con la Roma partita di cartello. In casa dobbiamo migliorare»

“Dobbiamo migliorare il nostro rendimento in casa, ci vuole una serie di vittorie importante per riuscire ad alzare la quota punti casalinga. Queste sono tutte statistiche, quel che conta è Atalanta-Roma, è una gara di cartello è di valore, dove dobbiamo arrivare molto concentrati. È un momento molto importante del campionato”.

Su Mourinho ha detto: “Sicuramente è un grande allenatore, sia per l’entusiasmo che ha portato all’inizio che per la sua storia, in una piazza come Roma, poi il campo è un altro argomento. Sono convinto che potrà alzare il livello.”

La storia del club

L’Atalanta Bergamasca Calcio, vene fondata il 17 ottobre 1907, viene soprannominata “regina delle provinciali” poiché, avendo preso parte a 61 edizioni della Serie A ha girone unico, è la squadra col maggior numero di presenze nel massimo campionato italiano di calcio sia tra quelle che non rappresentano capoluoghi di regione sia tra quelle che non hanno mai vinto lo scudetto. Il club detiene il record assoluto di promozioni nella massima serie ed è, al pari del Genoa, quello che ha vinto più volte un campionato cadetto.

A livello nazionale è giunta a disputare la finale di Coppa Italia in cinque occasioni, aggiudicandosi il trofeo nell’edizione 1962-1963, mentre nel campionato di Serie A ha ottenuto come migliore risultato il terzo posto finale, piazzamento raggiunto per tre volte di fila nelle edizioni 2018-2019, 2019-2020 e 2020-2021. Il club ha inoltre partecipato a tre edizioni della UEFA Champions League, due della Coppa delle Coppe UEFA e quattro della Coppa UEFA/Europa League; avendo raggiunto, mentre militava in Serie B, la semifinale di Coppa delle Coppe nella stagione 1987-1988, risulta essere la squadra che ha ottenuto il migliore risultato in una competizione UEFA tra quelle non militanti nel massimo campionato della propria nazione.

Zapata e Pasalic, i due giocatori che potrebbero impensierire la difesa giallorossa

In questo campionato le due stelle principali che si stanno mettendo in luce più degli altri giocatori sono: Duvan Zapata e Mario Pasalic.

Il bomber colombiano ha già segnato 9 gol in campionato, fornendo anche 4 assist per i propri compagni. Con la sua forza fisica e il suo talento ormai per il nostro campionato non è più una sorpresa che l’attaccante dell’Atalanta ha questi numeri a metà dicembre. 30 anni compiuti quest’anno, Duvan Zapata può sorreggere da solo il peso dell’attacco.

La vera sorpresa dell’Atalanta di quest’anno è Mario Pasalic, il centrocampista croato in questa stagione ha segnato 7 gol e ha fornito ben 5 assist per i propri compagni. Le sue prestazioni e l’incisività nelle partite di questo campionato stanno sorprendendo tutti.

Probabili formazioni

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Maehle; Pasalic; Ilicic, Zapata.

Allenatore: Gasperini.

A disposizione: Sportiello, F. Rossi, Demiral, G.Pezzella, Koopmeiners, Pessina, Zappacosta, Lovato, Miranchuk, Malinovskyi, Piccoli, Muriel.

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Cristante, Mkhitaryan, Vina; Zaniolo, Abraham.

Allenatore: Mourinho.

A disposizione: Fuzato, Kumbulla, Calafiori, Reynolds, Diawara, Darboe, Bove, Zalewski, Felix, Carles Perez, Shomurodov, Borja Mayoral.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.