Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L'Italia parte per vincere (rs web iltempo.it)

beliL’attesa sta per terminare e questa sera alle 21 l’Italbasket inizia la sua rincorsa al podio di Eurobasket 2015.

Inutile fare melina, per la prima volta presente ad una manifestazione internazionale con tutte le sue prime punte a disposizione, la squadra allenata da Simone Pianigiani vuole recitare un ruolo da protagonista. Si comincia, nella splendida cornice della O2 Arena di Berlino sede della gare del girone B, contro la Turchia di Ergin Ataman (diretta televisiva dalle ore 20,30 su Sky Sport 3 con ampio post partita) che sarà accompagnata da tanti connazionali trasferitisi in Germania. Partire con il piede giusto contro una squadra giovane sarebbe essenziale per affrontare poi le sfide con Spagna, Serbia, Germania e Islanda e lanciarsi al meglio verso la seconda fase.

C’è ottimismo e consapevolezza nel gruppo azzurro. «Non vediamo l’ora di cominciare – dice capitan Gigi Datome – e sappiamo tutti quali aspettative ci accompagnano. Siamo pronti e carichi. Non dovremo snobbare nessuno ed ogni partita sarà importantissima. Ognuno di noi ha cerchiato sul calendario delle carriere questo Europeo. Sarà importantissimo avere la fame di voler fare qualcosa di più grande di noi».

Parole che suonano dolci nelle orecchie del presidente della Federbasket Gianni Petrucci che non ha nascosto di puntare in alto per guadagnare il pass per le Olimpiadi di Rio 2016. «Finalmente dopo 40 lunghi giorni siamo al via. La Nazionale è il motore del nostro movimento. Non voglio mettere pressione ma quando si parte perché non si deve puntare al primo posto? Ho guardato i ragazzi in faccia e ho detto loro ciò che penso: siete i numeri uno». Poi la rivelazione di un invito speciale. «Abbiamo chiesto al campione mondiale dei 1.500 di nuoto Paltrinieri di essere con noi». Petrucci chiude spendendo parole per Datome e Pianigiani. «Il nostro capitano ha il carisma necessario per far arrivare i giusti messaggi alla squadra. Simone è oggettivamente un coach di valore che già due anni fa ci ha portato tra le prime otto d’Europa».

Ed eccolo allora l’allenatore. «I ragazzi hanno molta voglia di giocare. Abbiamo tutti grande fiducia anche perché la squadra mi ha detto di essere pronta». Sulla panchina avversaria siederà questa sera Ataman, di cui Pianigiani è stato vice a Siena. «Ergin è un vero animale da partita capace di cambiare e sistemare in corsa le situazioni. Ci siamo incontrati e mi ha detto che per loro è una finale». Poi svela le proprie ambizioni. «Anche io ho cerchiato la data di questo Europeo sul calendario e l’ho suggerito ai ragazzi». Scaccia poi i dubbi sui possibili problemi di Gallinari nel disputare tante gare ravvicinate.«Ci siamo parlati e mi ha detto: “coach sono pronto a giocarle tutte».