Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L’UNA BLOCCA L’ALTRA: 1-1 TRA UDINESE E LAZIO

Immagine presa da 'Fantacalcio.it'

Condividi l'articolo

UDINE – La Lazio ridotta ai minimi termini nel reparto offensivo pareggia tra le mura dell’Udinese. Il risultato al triplice fischio è 1-1. Un punteggio che non favorisce nessuna delle due formazioni protagoniste della sfida delle 20:45. I bianconeri, con una vittoria, avrebbero effettuato un bel salto verso l’obiettivo salvezza; la squadra capitolina, dal canto suo, avrebbe potuto sorpassare l’Atalanta e posizionarsi in zona EuropaLeague – anche se i bergamaschi hanno una gara in meno, ndr -.

Passa subito in vantaggio la formazione di casa. Al 5′ Perez serve dentro l’area di rigore l’inserimento di Deulofeu, che non ha difficoltà nel gonfiare la rete. Al’ 18′ l’esterno bianconero ha un’altra occasione sui piedi, ma la spreca tirando alto sopra la traversa. La prima tegola del match per la Lazio arriva al 23′, quando Pedro è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per problemi muscolari, sostituito quindi da Cabral. Il neo-acquisto approccia bene alla gara, con un paio di conclusioni insidiose. Nel finale della prima frazione, la squadra di mister Sarri riesce a pareggiare i conti: punizione di Cataldi, Zaccagni in area prolunga sul secondo palo, dove c’è Felipe Anderson a raccogliere l’assist del compagno e a mandare in rete il pallone.

L’Udinese accusa il colpo e la Lazio cerca di sfruttare lo scompenso psicologico dei bianconeri. Al via della ripresa, Cabral si rende protagonista di un’azione pericolosa: Felipe Anderson serve la punta, che vede la porta ma conclude alto. Scorrono i minuti e le aquile gestiscono i tempi di gioco, alzando o diminuendo a proprio piacimento il ritmo. Lo stesso Zaccagni cerca una soluzione personale, con un tiro a giro che termina esterno al palo. Tuttavia, l’occasione più limpida del secondo tempo è per l’Udinese: al 93′ Molina incrocia una conclusione che fa tremare la traversa della porta difesa da Strakosha. Brividi per la panchina della Lazio. E con questa palla-gol praticamente si chiude la gara. I biancocelesti si affermano in sesta posizione, a -1 dalla zona Europa League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.