Condividi l'articolo

ROMA – La Roma batte 2-1 il Cesena e raggiunge le semifinali di Coppa Italia, dove troverà la Lazio per un doppia derby che sa tanto di rivincita per il Popolare giallorosso. Missione compiuta dunque anche se non è stato affatto facile aver ragione di un coriaceo Cesena disposto molto bene in campo da Camplone. Che non sarebbe stata una serata facile, lo si evince giá dal 21′ quando Spalletti è costretto a rivedere I suoi piani a causa dell’infortunio di Perotti (risentimento alla coscia destra per lui) sostituito da Dzeko. La prima frazione si chiude con Alisson costretto a fare gli straordinari per salvare lo 0-0 di partenza. La ripresa si apre con l’ingresso in campo di Radja Nainggolan per Juan Jesus anche lui fermato da un guaio muscolare. La Roma assalta il Cesena e giunge al meritato vantaggio grazie al tap in vincente di Edin Dzeko, lesto a spingere in rete un assist al bacio di El Sharaawy. La Roma sembra averse il controllo della situatione ma una incomprensione tra Alisson e Manolas, permette a Garritano, di ristabilire la parità ad una manciata di minuti dal termine del match. Quando tutti si apprestavano a godere dei tempi aupplementari, una avventata uscita di Agliardi su Strootman costringeva l’arbitro Maresca a concedere il calcio di rigore alla Roma. È Totti che si presenta sul dischetto e non sbaglia realizzando il gol che vale il 2-1 e la qualificazione al turno successivo. Una vittoria che comunque dovrà far riflettere molto Spalletti e I suoi, vista la fatica fatta control una squadra che, seppur in ripresa, veleggia nelle zone basse della classifica di serie B.

Lascia un commento