Condividi l'articolo

L’Atlante Eurobasket Roma parte subito forte, con una tripla di Carroll e un sottomano di Pepe intervallati da un appoggio da sotto di Pini; un libero di Hill arrotonda il punteggio per i padroni di casa sul 6-2 dopo un minuto e mezzo di gioco, mentre due falli commessi ciascuno in apertura mettono temporaneamente fuori dalla partita Baldasso da una parte e Johnson dall’altra. Le difese delle due squadre rendono più degli attacchi, con le due compagini che restano vicine (8-7 a metà quarto). Con una tripla di Grant arriva il sorpasso scaligero, con i liberi da una parte di Hill e dall’altra di Spanghero e Candussi a seguire: una prima frazione dalla grande intensità si conclude sul 11-14 per gli ospiti.
Ad una bella combinazione fra Matteo Schina e Scott Ulaneo replica Sasha Grant da dietro l’arco, ma la fuga dei veronesi non scatta per l’appoggio da sotto di Capitan Fanti (15-17 dopo un minuto e mezzo della seconda frazione). Quattro punti consecutivi di Candussi fissano il massimo vantaggio degli scaligeri, sul +6, prima della tripla di Pepe. Quando però gli ospiti, sfruttando la maggiore taglia fisica, si riportano tre canestri avanti, arriva il timeout di coach Pilot (20-26 a metà quarto). Dopo il nuovo appoggio da sotto di Candussi, un fallo antisportivo di Spanghero dà animo all’Atlante Eurobasket Roma che torna a segno con una tripla di Simone Pepe: la Tezenis Verona però non si deconcentra e piazza il break di 0-5 con cui trova la doppia cifra di vantaggio (23-33) a 100 secondi dall’intervallo. Alla schiacciata e al jumper di Hill replicano Caroti da sotto, Udom da tre punti e Anderson con il jumper dall’angolo: le due squadre rientrano negli spogliatoi sul 27-40 per la Tezenis Verona.
Come nel primo quarto, in una situazione di equilibrio fra le due squadre sembra più reattiva l’Atlante Eurobasket Roma, che rosicchia punti di svantaggio portandosi sul -9, 33-42 dopo tre minuti e mezzo dalla ripresa del gioco, con una potente schiacciata di Hill. Se la Tezenis Verona cerca costantemente i mismatch sotto canestro, i capitolini cercano di alzare il ritmo quando possibile e così facendo continuano ad avvicinarsi: una palla rubata da Schina, convertita in schiacciata da Jeffrey Carroll, porta l’Atlante Eurobasket Roma a -5, sul 39-44, a tre minuti e mezzo dalla fine del quarto. Lo stesso Carroll dall’angolo infila due minuti dopo la tripla del -4 (42-46): i capitolini sono più che mai in partita, come testimonia il 46-49 con cui si chiude la terza frazione grazie alla penetrazione arrivata proprio sulla sirena di Matteo Schina.
Ancora Schina con un jumper in apertura dell’ultimo quarto firma il -1, prima che Spanghero con una tripla provi a interrompere l’ottimo momento dei capitolini. Udom in sottomano riporta la distanza fra le due squadre, ma Simone Pepe riaccende i romani con la tripla del 51-54. L’intensità resta altissima e i canestri diventano più rari: a metà quarto coach Pilot prova a chiedere ai suoi l’ultimo sforzo per ribaltare la gara, sul 51-55 per gli ospiti. All’appoggio di Johnson proprio a fine azione replica Baldasso con un 3/3 dalla lunetta: a quattro minuti dal termine, 54-57 per gli ospiti. Allo stesso Baldasso non entra la tripla del pareggio, mentre il tabellone aiuta Johnson per quella del +6 a un minuto e mezzo dalla chiusura della partita: ma Kyndahl Hill con il fallo e canestro riporta l’inerzia dalla parte dei capitolini. A 90 secondi dal termine il tabellone recita 57-60 per la Tezenis Verona; il rimbalzo offensivo preso da Candussi, a 24 secondi dal termine, con conseguente fallo subito, gli permette di portare i suoi al +4 dalla lunetta, poi arrotondato da Spanghero e Rosselli nel finale. Il match si chiude sul 57-63, con una sconfitta che non cancella l’ottima prestazione dei capitolini.

Atlante Eurobasket Roma – Tezenis Verona 57-63
Atlante Eurobasket Roma :
Pavone n.e., Di Camillo n.e., Ulaneo 6, Hill 16, Fanti 2, Viglianisi, Baldasso 5, Schina 4, Carroll 10, Pepe 14
All. Pilot
Ass. All. Crosariol, Zanchi
Tezenis Verona :
Caroti 4, Casarin, Johnson 13, Candussi 9, Nonkovic n.e., Rosselli 1, Pini 4, Anderson 5, Udom 10, Grant 10, Spanghero 7
All. RamagliAss. All. Bonacina, Gallea

Ufficio Stampa Eurobasket Roma
 

Match di prestigio nel ventesimo turno di campionato per l’Atlante Eurobasket Roma: ospite al Palasport di Guidonia Montecelio è difatti la Tezenis Verona, una delle migliori squadre dell’intero torneo, proveniente da una striscia di 7 vittorie consecutive. I capitolini non sfigurano di certo contro un tale avversario: rimontano lo svantaggio dei primi due quarti per andarsi a giocare fino alla fine il match, chiusosi sono nelle battute finali a favore della Tezenis Verona, vincitrice per 57-63.

L’Atlante Eurobasket Roma parte subito forte, con una tripla di Carroll e un sottomano di Pepe intervallati da un appoggio da sotto di Pini; un libero di Hill arrotonda il punteggio per i padroni di casa sul 6-2 dopo un minuto e mezzo di gioco, mentre due falli commessi ciascuno in apertura mettono temporaneamente fuori dalla partita Baldasso da una parte e Johnson dall’altra. Le difese delle due squadre rendono più degli attacchi, con le due compagini che restano vicine (8-7 a metà quarto). Con una tripla di Grant arriva il sorpasso scaligero, con i liberi da una parte di Hill e dall’altra di Spanghero e Candussi a seguire: una prima frazione dalla grande intensità si conclude sul 11-14 per gli ospiti.
Ad una bella combinazione fra Matteo Schina e Scott Ulaneo replica Sasha Grant da dietro l’arco, ma la fuga dei veronesi non scatta per l’appoggio da sotto di Capitan Fanti (15-17 dopo un minuto e mezzo della seconda frazione). Quattro punti consecutivi di Candussi fissano il massimo vantaggio degli scaligeri, sul +6, prima della tripla di Pepe. Quando però gli ospiti, sfruttando la maggiore taglia fisica, si riportano tre canestri avanti, arriva il timeout di coach Pilot (20-26 a metà quarto). Dopo il nuovo appoggio da sotto di Candussi, un fallo antisportivo di Spanghero dà animo all’Atlante Eurobasket Roma che torna a segno con una tripla di Simone Pepe: la Tezenis Verona però non si deconcentra e piazza il break di 0-5 con cui trova la doppia cifra di vantaggio (23-33) a 100 secondi dall’intervallo. Alla schiacciata e al jumper di Hill replicano Caroti da sotto, Udom da tre punti e Anderson con il jumper dall’angolo: le due squadre rientrano negli spogliatoi sul 27-40 per la Tezenis Verona.
Come nel primo quarto, in una situazione di equilibrio fra le due squadre sembra più reattiva l’Atlante Eurobasket Roma, che rosicchia punti di svantaggio portandosi sul -9, 33-42 dopo tre minuti e mezzo dalla ripresa del gioco, con una potente schiacciata di Hill. Se la Tezenis Verona cerca costantemente i mismatch sotto canestro, i capitolini cercano di alzare il ritmo quando possibile e così facendo continuano ad avvicinarsi: una palla rubata da Schina, convertita in schiacciata da Jeffrey Carroll, porta l’Atlante Eurobasket Roma a -5, sul 39-44, a tre minuti e mezzo dalla fine del quarto. Lo stesso Carroll dall’angolo infila due minuti dopo la tripla del -4 (42-46): i capitolini sono più che mai in partita, come testimonia il 46-49 con cui si chiude la terza frazione grazie alla penetrazione arrivata proprio sulla sirena di Matteo Schina.
Ancora Schina con un jumper in apertura dell’ultimo quarto firma il -1, prima che Spanghero con una tripla provi a interrompere l’ottimo momento dei capitolini. Udom in sottomano riporta la distanza fra le due squadre, ma Simone Pepe riaccende i romani con la tripla del 51-54. L’intensità resta altissima e i canestri diventano più rari: a metà quarto coach Pilot prova a chiedere ai suoi l’ultimo sforzo per ribaltare la gara, sul 51-55 per gli ospiti. All’appoggio di Johnson proprio a fine azione replica Baldasso con un 3/3 dalla lunetta: a quattro minuti dal termine, 54-57 per gli ospiti. Allo stesso Baldasso non entra la tripla del pareggio, mentre il tabellone aiuta Johnson per quella del +6 a un minuto e mezzo dalla chiusura della partita: ma Kyndahl Hill con il fallo e canestro riporta l’inerzia dalla parte dei capitolini. A 90 secondi dal termine il tabellone recita 57-60 per la Tezenis Verona; il rimbalzo offensivo preso da Candussi, a 24 secondi dal termine, con conseguente fallo subito, gli permette di portare i suoi al +4 dalla lunetta, poi arrotondato da Spanghero e Rosselli nel finale. Il match si chiude sul 57-63, con una sconfitta che non cancella l’ottima prestazione dei capitolini.

Atlante Eurobasket Roma – Tezenis Verona 57-63
Atlante Eurobasket Roma :
Pavone n.e., Di Camillo n.e., Ulaneo 6, Hill 16, Fanti 2, Viglianisi, Baldasso 5, Schina 4, Carroll 10, Pepe 14
All. Pilot (Ass. All. Crosariol, Zanchi).
Tezenis Verona :
Caroti 4, Casarin, Johnson 13, Candussi 9, Nonkovic n.e., Rosselli 1, Pini 4, Anderson 5, Udom 10, Grant 10, Spanghero 7
All. Ramagli (Ass. All. Bonacina, Gallea).

Ufficio Stampa Eurobasket Roma
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *