Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Inter-Roma 3-1 (pagelle)

Condividi l'articolo

Rui Patricio 6 – Due buone parate sullo 0-0, poi assiste inerme al tris nerazzurro.

Mancini 4.5 – Sbaglia un gol di testa da pochi passi prima del vantaggio interista, il che gli condiziona inevitabilmente la serata. Nervoso, contratto, si fa ammonire per proteste. Ha sul groppone due dei tre gol avversari. Serata-horror.

Smalling 5.5 – Gioca più altro per tenere a bada Lautaro, ma anche l’inglese va sul banco degli imputati per almeno due delle tre reti dei padroni di casa.

Ibanez 6 – Dei tre di retroguardia è quello che fa meno danni.

Karsdorp 5 – Che non gli si prospettasse una serata tranquilla avendo come dirimpettaio Perisic era ipotizzabile. Spesso in confusione in fase di non possesso, prova a spingersi avanti confezionando un buon cross e il velo sul gol della bandiera.

Pellegrini 5 – Si impegna per provare a limitare Brozovic, ce la mette tutta anche nel tentativo di dare la scossa ai suoi ma senza fortuna.

(dal 33’st) Carles Perez sv

Sergio Oliveira 5 – Sin troppo compassato, non riesce ad imporre il proprio ritmo.

(dal 35’st) Bove sv

Mkhitaryan 6 – Gioca a centrocampo per sopperire al forfait di Cristante. Per la volontà di proporsi in attacco, trascura i compiti di copertura dando una grossa mano agli inserimenti dei centrocampisti dell’Inter. Al terzo tentativo riesce a far gol, però quando ormai è troppo tardi.

Zalewski 5 – Eccede quanto a frenesia, sbagliando la maggior parte dei passaggi di prima. Non può nulla contro Dumfries, in ogni caso tra gli uomini di Mourinho è l’unico cui si possono concedere le attenuanti.

(dal 33’st) Vina sv

El Shaarawy 4.5 – Il gol del pareggio nel finale del Maradona gli dà una mano a conquistarsi una maglia da titolare per la sfida odierna. Però al cospetto di Brozovic e compagni non ne azzecca una che sia una.

(dal 33’st) Veretout sv

Abrham 5 – Fa poco o nulla anche perché di palloni giocabili non ne vede granché. E’ in area sul 3-0 interista ma non sa cosa fare e Lautaro è libero di staccare e andare in gol.

(dal 33’st) Shomurodov sv

All. Mourinho 5 – Espressione spaesata e rassegnata già sullo 0-0. Si gode gli applausi e i cori del Meazza ricambiando con ampi cenni di saluto, senza rendersi conto che non si trattava di un’amichevole precampionato.

MVP: Mkhitaryan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.