Timeout Channel

Il Portale dello Sport

AFENA-GYAN FA VOLARE LA ROMA

Condividi l'articolo

GENOVA – L’eroe che non ti aspetti. È bastato meno di un quarto d’ora a Felix Afena-Gyan, classe 2003, per entrare, segnare 2 gol, regalare i 3 punti alla propria squadra e far impazzire un’intera tifoseria. La partita col primo Genoa di Shevchenko, stava scivolando via senza che la Roma pur essendo padrona del gioco, riuscisse a trovare il pertugio giusto, complici la scarsa mira di Shomurodov e la serata storta di Abraham. Mourinho ripropone la difesa a 3 con Mkhitaryan schierato dietro alle due punte e con El Sharaawy a tutta fascia. Nel primo tempo alla squadra di Mourinho viene annullato un gol proprio dell’armeno, per un fallo di mano di Abraham. La prima frazione va in archivio con El Sharaawy che serve il pallone del vantaggio al centro dell’are su un piatto d’argento, ma l’uzbeko decide di non infierire sui suoi vecchi compagni di squadra. Nella ripresa la Roma prova a serrare i ranghi ma il gol non arriva. È qua che Mourinho tira fuori il jolly dalla panchina. L’impatto di Afena-Gyan è devastante: il primo squillo arriva a margine di una grande azione conclusa con un assist al bacio di Mkhitaryan proprio per il ragazzino classe 2003 che non ci pensa un attimo a scagliare in porta un diagonale che non lascia scampo a Sirigu. Adesso la squadra di Mourinho dovrebbe pensare a portare a casa questo successo, aspettando che il Genoa si scoprisse nel tentativo si raddrizzare risultato. Durante il recupero peró il giovanotto quasi esordiente in A, decide di deliziare ancora la platea con un gol da favola a giro sul palo lontano della porta difesa da Sirigu. 0-2 e Roma che non solo torna alla vittoria dopo un mese circa, ma ribalza davanti a Lazio e Juve classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.