Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Cagliari-Roma 3-2: la testa è già a Manchester (news web ilMessaggero.it)

Condividi l'articolo
Alla Sardegna Arena i giallorossi incassano il decimo ko in campionato

CAGLIARI – La Roma incassa tre gol e la decima sconfitta stagionale contro il Cagliari. I giallorossi scivolano al settimo posto in classfica con il Sassuolo che ha ridotto il distacco a soli tre punti.

Fonseca sceglie un ampio turnover: in difesa si rivede Smalling insieme a Fazio e Mancini, Santon torna titolare con Peres dirottato a sinistra in avanti c’è Mayoral con Pellegrini e Perez alle sue spalle. Semplici si gioca il tutto per tutto per guadagnare punti salvezza: l’ex tecnico della Spal prova il tridente con Joao Pedro, Simeone e Pavoletti mentre a Nandez spetta il compito di sostituire Nainggolan.

Passano solo quattro minuti e i padroni di casa trovano subito il gol del vantaggio: proprio Nandez sulla destra riesce a liberarsi molto facilmente di Diawara, il suo rasoterra viene prolungato con un colpo di tacco da Joao Pedro, la giocata del brasiliano consente a Lykogiannis di concludere a porta vuota.  La Roma sembra svagata e incapace di creare pericoli seri alla porta di Vicario, l’unico squillo arriva da Carles Perez che con un’iniziativa personale sfiora il pareggio calciando a lato. Sarà lo stesso Perez, il migliore dell’undici di Fonseca, a trovare il gol dell’1-1 al 25′: Pellegrini è bravo a servirlo in profondità, lo spagnolo centra il palo ma è lesto a raccogliere la ribattuta, arrivando all’appuntamento con il pallone prima di tutti. Il gol sembra aver spronato i giallorossi che sfiorano il vantaggio con Fazio bravo a colpire di testa su un assist di Pellegrini da calcio piazzato: Vicario risponde alla grande deviando sopra la traversa.

Nella ripresa Spinazzola prende subito il posto di Bruno Peres ma al 57′ un tiro da fuori di Marin porta nuovamente in vantaggio la squadra di Semplici. Passano sette minuti e Joao Pedro porta il risultato sul 3-1: da calcio d’angolo il brasiliano stacca indisturbato di testa e riesce a metterla sul primo palo dove Pau Lopez è in ritardo. Al 68′ ancora un colpo di testa, stavolta di Fazio, tiene aperta la gara. In venti minuti più quatto di recupero la Roma non riesce però a creare pericoli e a recuperare il risultato.

Le tre reti cagliaritane di oggi portano a cinquantuno i gol subiti dalla difesa di Fonseca in questo campionato, nessuno dei portieri delle prime dieci in classifica ha raccolto più volte il pallone nella propria porta. Non il miglior modo possibile di approcciarsi alla semifinale di andata di giovedì prossimo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *