Condividi l'articolo

Quinta giornata della fase a gironi dell’Europa League, con la Roma impegnata alle 21 di questa sera in Svizzera allo Stade de Genève contro il Servette. Nelle quattro partite già in archivio, i giallorossi hanno collezionato tre vittorie e una sconfitta, lo 0-2 del 9 novembre a Praga con lo Slavia. Nella classifica del gruppo G, Capitan Pellegrini e compagni comandano a quota 9 ex aequo con i biancorossi della Repubblica Ceca e sono di fatto già certi del passaggio del turno. Sebbene, per una peggiore differenza reti rischino, come già accadde lo scorso anno, di dover passare sotto la spada di Damocle del playoff con una delle retrocesse dalla Champions League. Obbligatorio dunque riscuotere l’intera posta dal match in terra elvetica, agevole sì ma da non prendere sottogamba, sperando magari in uno scivolone dello Slavia. Josè Mourinho, di nuovo al timone della sua truppa dopo le quattro giornate di squalifica post finale di Budapest, non può ancora contare su Smalling, Abraham e Kumbulla oltre, come noto, ai due fuori lista: Azmoun e Kristensen. Recuperati al contrario Mancini e Renato Sanches che peró vanno in panchina. Nelle scelte dello Special portoghese per lo schieramento di partenza anti-Servette, sono cinque i cambi rispetto all’XI che domenica ha regolato con un 3-1 l’Udinese all’Olimpico: tornano titolari Svilar, Çelik, Bove, Aouar ed El Shaarawy a scapito di Rui Patricio, Karsdorp, Mancini, Pellegrini e Spinazzola. In un 3-5-2 a protezione di Svilar agisce l’ormai collaudato blocco difensivo formato da Cristantecentrale affiancato dai braccetti Llorente e Ndicka; sulle fasce i quinti sono Çelik a destra ed El Shaarawy sulla mancina, con Paredes metronomo, Aouar e Bove a mezzala; potenziale offensivo affidato al tandem Dybala-Lukaku. René Weiler, allenatore del Servette ha l’intera rosa a disposizione. Unica eccezione l’acciaccato Mazikou, comunque destinato alla panchina. Il trainer elvetico opta per un ampio turnover, considerando il big match di campionato in programma nel weekend con lo Young Boys. Con un 4-4-2 il Servette schiera dal 1’ Frick tra i pali, retroguardia a quattro Tsunemoto-Rouiller-Severin-Baron; a centrocampo Stevanovic sull’out deatro, Cognat e Ondoua nel mezzo, Bolla a sinistra; in attacco Kutesa con Bedia. Calcio d’inizio domani sera alle. 21 sul rettangolo verde dello Stade de Genève. Arbitrerà il 46enne polacco Daniel Stefanski, VAR il connazionale Piotr Lasyk. All’andata il 5 ottobre allo Stadio Olimpico, Roma-Servette 4-0. Per chi non avesse seguito i giallorossi a Ginevra, è ampia la proposta delle dirette televisive della sfida visibile su Sky, DAZN, NOW e soprattutto in chiaro su TV8.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

SERVETTE (4-4-2): Frick; Tsunemoto, Rouiller, Severin, Baron; Stevanovic, Cognat, Ondoua, Bolla; Kutesa, Bedia. Allenatore: René Weiler. CONFERMATA

ROMA (3-5-2): Svilar; Llorente, Cristante, Ndicka; Çelik, Aouar, Paredes, Bove, El Shaarawy; Dybala, Lukaku. Allenatore: Josè Mourinho. CONFERMATA