Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Hellas Verona-Lazio: Milinkovic tiene accesa la speranza!

Immagine presa da 'goal.com'

Condividi l'articolo

La Lazio vince in trasferta al Bentegodi. Gara non semplice, vista la pioggia, leggera, ma sempre presente sul rettangolo verde e l’assenza di mister Inzaghi causa Covid, costretto a seguire i suoi da casa. Non si sblocca Ciro Immobile, che non trova il 150esimo gol in Serie A neanche questa giornata. Milinkovic-Savic non brilla particolarmente nell’arco dei 90 minuti, ma realizza un gol decisivo per le sorti della stagione laziale, mostrando tutto l’attaccamento alla maglia nell’esultanza successiva alla marcatura.

Nei primi quarantacinque minuti di gioco entrambe le formazioni disputano il match a ritmi elevati. La Lazio prova ad attuare lo stesso pressing degli uomini di Juric. La strategia biancoceleste funziona, perché di fatto i padroni di casa non costruiscono nulla di pericoloso. Tuttavia, i biancocelesti appaiono troppo leziosi nei pressi dell’area di rigore avversaria: non è sufficiente il tiro insidioso che colpisce il palo di Ciro Immobile, al 23′, per sbloccare il risultato. Nel contempo, la retroguardia romana, permette a Pepe Reina di concentrarsi maggiormente sull’impostazione iniziale di gioco, che sulla difesa dei pali.

All’inizio della seconda frazione di gioco, quella che poteva essere una gioia per la Lazio, si trasforma in una beffa clamorosa. Caicedo si mette in proprio e abbinando la tecnica alla fisicità, conduce un’azione personale che si conclude con il gol. Trenta secondi più tardi l’arbitro Chiffi annulla il vantaggio biancoceleste, dopo aver consultato il VAR per una sospetta bracciata dell’attaccante laziale ai danni di Zaccagni. Come se non bastasse, il direttore di gara estrae il cartellino giallo nei confronti del numero 20; diffidato, Caicedo salterà il prossimo match contro il Benevento. I minuti trascorrono e saltano gli equilibri della partita, le squadre si dilatano lasciando l’una a favore dell’altra spazi per la fase offensiva. Lì davanti Caicedo, al 68′, concede spazio al ‘Pirata’ Muriqi, il quale però non riesce ad incidere positivamente insieme a Immobile. Alla Lazio serve necessariamente un guizzo per provare a strappare tre punti al Verona.

Quando tutto sembra ormai concluso, ci pensa Milinkovic-Savic a riaccendere la speranza per un posto in Champions. A tre minuti dal triplice fischio, Radu crossa in’area di rigore: il serbo salta, colpisce di testa, e gonfia la rete alla sinistra di Silvestri. Una vittoria fondamentale per gli ospiti, visti i successi di Juventus e Napoli contro le liguri. Vincere a Verona non è semplice, i biancocelesti non hanno creato tantissime occasioni, non hanno dominato in maniera assoluta il match, ma la determinazione nel conquistare i tre punti è stata decisiva. Questa è la terza vittoria consecutiva in campionato per la formazione romana, il morale cresce, il sogno Champions continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *