Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Il Punto su Premier e Liga

Condividi l'articolo

Approfittiamo della pausa dedicate alle nazionali per poter fare il punto della situazione in Spagna e Inghilterra.

Premier League

Lotta al titolo

La lotta al titolo vede il Manchester City di Pep Guardiola come netto favorito. I citizens sono saldamente al comando della classifica con ben 57 punti, insegue il Liverpool con 48 ma i Reds hanno una partita da recuperare.

Al terzo posto troviamo i campioni d’Europa del Chelsea che con 24 partite disputate (una più del City e addirittura due rispetto ai ragazzi di Klopp) hanno raccolto “solo” 47 punti. Tuchel non è riuscito a ritrovare la chimica che ha contraddistinto i blues nella scorsa stagione in Champions, la situazione Lukaku danneggia entrambi le parti e la squadra di Stamford Bridge ha commesso qualche passo falso di troppo che li ha portati all’esclusione dalla lotta scudetto.

Battaglia per il quarto posto

La lotta più avvincente in Premier è sicuramente quella per il quarto posto.

In questo momento a occupare quella posizione c’è il Manchester United di Ronaldo che dopo l’esonero di Solskjaer a favore del tedesco Ragnick sembra aver trovato la giusta dimensione per poter progettare il futuro.

A inseguire c’è la sorpesa West Ham a quota 37 che ha un solo punto in meno dei Red Devils ma una partita in più da recuperare. Nonostante gli Hammers e lo United siano posizionate meglio in classifica le favorite per il quarto posto sembrano essere le due squadre del nord di Londra: Tottenham e Arsenal.

I Gunners hanno 36 punti ma solo 21 partite giocate, inoltre Arteta con uno stile di gioco effervescente e delle scelte coraggiose che puntano sui giovani sembra aver trovato l’alchimia per far girare al meglio questo Arsenal.

Gli spurs invece hanno gli stessi punti dei “cugini” ma con una partita in meno, l’effetto Conte si è fatto sentire sin da subito migliorando sensibilmente i grossi problemi difensivi ma soprattutto con un cambio di mentalità a dir poco sorprendente.

La sfrenata esultanza di Conte dopo la vittoria ottenuta al 97′ contro il Leicester

Zona retrocessione

C’è da segnalare l’andamento positivo dell’Aston Villa, infatti la squadra di Birmingham da quando ha assunto Gerrard come allenatore si è allontanata vistosamente dalla zona salvezza, colpi di mercato come Digne e Coutinho non possono far altro che far sperare la tifoseria dei Villans. Il New Castle nonostante la nuova ricchissima proprietà e le decine di voci di mercato per ora è in piena zona retrocessione, chissà se una campagna acquisti “generosa” possa essere l’arma giusta per allontanare i fantasmi della Championship.

La Liga

Blancos in fuga

Il Real Madrid rimane alla guida della Liga con 50 punti, nonostante qualche passo falso i blancos hanno 4 punti di vantaggio sul Siviglia, ma attenzione agli andalusi che non vogliono arrendersi, infatti è già arrivato Martial dallo United che potrebbe portare quella qualità che a volte è mancata in fase di rifinitura.

Guerra per la Champions

Al terzo posto c’è la rivelazione dell’anno in Spagna: Il Betis Siviglia. I biancoverdi hanno uno stile di gioco ultra-offensivo che gli permette di segnare tanto ma anche di subire parecchio. La classe di Fekir e la freddezza di Juanmi stanno facendo sognare la tifoseria del Villamarin una clamorosa qualificazione in Champions che manca ormai da troppo.

L’Atletico insegue i ragazzi di Pellegrini che distano una sola lunghezza. Dai campioni in carica ci si aspettava qualcosa di più e in tanti in Spagna accusano il Cholo sul suo stile di gioco; In terra iberica il “come” si gioca conta più che da altre parti, si ammira chi propone e meno chi difende, quando i risultati non sono neanche (momentaneamente) dalla propria parte è difficile gestire le pressioni.

Il Barcellona dopo Koeman sembra essersi stabilizzato, i frutti del lavoro di Xavi cominciano a intravedersi, la proprietà sta investendo parecchio già da questa sessione, è arrivato Ferran Torres, sembra in dirittura d’arrivo Adama Traorè dai Wolves e chissà, forse potrebbe arrivare anche Morata.

Un gruppone per l’Europa

Staccate dal gruppo inseguono un posto in Europa il Villareal di Emery, campione della scorsa Europa League e prossimo avversario della Juventus in Champions, il Rayo Vallecano del tigre Radamel Falcao e l’Athletic Bilbao, solo decimo un deludente Valencia.

Gli spettri della Segunda

Il Levante sembra già destinato alla retrocessione con soli 11 punti raccolti, rispettivamente a 17 e 18 punti ci sono Alaves e Cadiz, appena sopra con 20 punti c’è il Mallorca, squadra della stella giapponese Kubo, proprietà del Real Madrid, due punti sopra c’è il Getafe che è partito bene quest’anno sconfiggendo in casa il Real di Ancelotti e puntando sugli ex- romanisti Villar e Mayoral.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.