Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L’Atlante prosegue la serie positiva espugnando il parquet della Stella Azzurra

Condividi l'articolo

Stella Azzurra Roma – Atlante Eurobasket Roma 74-87

(19-23, 19-29, 17-17, 19-18)

Stella Azzurra RomaSandi Marcius 18 (7/10, 0/0), Stephen mark Thompson jr 14 (1/9, 3/9), Roberto Rullo 10 (1/4, 2/4), Nicola Giordano 9 (3/7, 0/0), Emmanuel Innocenti 7 (2/4, 1/4), Dut Mabor 6 (3/3, 0/0), Fabrizio Pugliatti 4 (1/1, 0/0), Lazar Nikolic 3 (1/6, 0/4), Alessandro Cipolla 3 (0/1, 0/4), Matteo Visintin 0 (0/1, 0/0), Thomas Reale 0 (0/0, 0/0), Riccardo Salvioni 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 18 / 31 – Rimbalzi: 39 18 + 21 (Stephen mark Thompson jr 9) – Assist: 19 (Lazar Nikolic 8)

Atlante Eurobasket Roma: Roberto Gallinat 25 (2/6, 5/7), Alexander Cicchetti 13 (6/8, 0/0), Lorenzo Bucarelli 11 (4/9, 1/1), Gabriele Romeo 9 (2/2, 1/2), Daniele Magro 8 (3/5, 0/0), Jamal Olasewere 7 (2/5, 0/0), Eugenio Fanti 5 (0/2, 1/1), Valerio Staffieri 3 (0/0, 1/3), Kenneth Viglianisi 3 (0/0, 1/3), Janko Cepic 1 (0/0, 0/2), Federico Bischetti 1 (0/0, 0/0), Lorenzo Ludovici 1 (0/0, 0/1)Tiri liberi: 19 / 31 – Rimbalzi: 37 7 + 30 (Roberto Gallinat 6) – Assist: 19 (Roberto GallinatAlexander CicchettiLorenzo BucarelliJanko Cepic 3)

Prosegue la striscia di vittorie per l’Atlante Eurobasket Roma che espugnando anche il parquet della Stella Azzurra , raggiunge con 5 successi consecutivi il proprio record assoluto in serie A2. Un traguardo che consolida la quarta posizione in classifica per i ragazzi di Pilot che superano i cugini nero stellati grazie ad una prima fase di gara giocata in maniera molto convincente. La gara, in dubbio fino all’ultimo, per i problemi d’organico del team di Germano D’Arcangeli si è svolta regolarmente anche se è indubbio che i padroni di casa, con solo un allenamento nelle gambe hanno pagato specie nell’approccio iniziale. La Stella iniziava con Thompson, Rullo, Nikolic, Marcius e Innocenti mentre gli ospiti, con il gruppo al completo, partivano con Olasewere, Gallinat, Bucarelli, Cicchetti e Romeo. Inizio choc per i padroni di casa che subivano un break di 0 a 9 nei primi tre minuti con l’Atlante che partiva a razzo con Cicchetti, Gallinat e Romeo e primi due punti della Stella solo al quarto minuto con Innocenti. Punteggio che tornava equilibrato con Thompson che riportava i suoi sul – 2 al sesto sul 9 a 11, ma gli ospiti non permettevano l’aggancio e con un controbreak di 0 a 7 si riportavano sul +8 all’ottavo ( 9- 17). Finale di quarto con Marcius, Rullo e Nikolic in evidenza e punteggio fissato sul 19 a 23 grazie ad una tripla di Bucarelli che ridava il +4 per gli ospiti quasi sulla sirena. Nel secondo quarto punteggio di nuovo in parità al 2° grazie a due liberi di Giordano (23 – 23), ma ennesima replica dell’Atlante che, con un parziale di 1 a 7, riallungava, nei due minuti successivi fino al 24 a 31. In questa fase in evidenza, fra gli ospiti il solito Magro pronto a sostituire al meglio Olasewere ben presto gravato di falli. La Stella non riusciva, se non in alcune azioni sporadiche, a replicare e l’Atlante riusciva a raggiungere il +14 al settimo (28 – 42) con una tripla di un Gallinat decisamente più concentrato che in altre occasioni. Rullo con una tripla provava a scuotere i suoi, ma i ragazzi di Pilot trovavano il massimo vantaggio al 19° ( 35 – 52) con l’ennesima tripla di Roberto Gallinat. Si arrivava a metà gara con gli ospiti in pieno controllo anche se tre liberi di Rullo e Thompson mandavano le squadre al riposo con gli ospiti avanti di 14 sul 38 a 52, vantaggio buono, ma non del tutto rassicurante per l’Atlante. Al rientro in campo la situazione non cambiava e nerostellati nonostante un evidente impegno e una prestazione in crescita, non riuscivano ad impensierire gli avversari che raggiungevano il massimo vantaggio nel quarto, +16 (53 – 69) al 19° con 2 liberi di capitan Fanti. Il periodo si chiudeva con lo stesso scarto di metà gara un +14 ( 55 – 69) che lasciava ancora alcune chances al team di D’Arcangeli che però venivano in breve vanificate dalle azioni concrete dell’Atlante che raggiungeva il massimo vantaggio della gara a 4 minuti dal termine sul +23 (60 – 83) con una tripla del rientrante Viglianisi. I minuti finali vedevano la Stella recuperare fino al -13 finale (74 – 87) grazie ai canestri di Giordano, Mabor Dut e alla tripla di Innocenti, ma Pilot riusciva comunque a dare ampio spazio a tutta la panchina con esordio anche per i due giovani Ludovici e Bischetti che con un libero a testa si iscrivevano a referto. Nella Stella, che rimane fanalino di coda del girone, da sottolineare comunque la buona prova di Marcius autore di 18 punti frutto di una percentuale notevole mentre inferiore al solito la prova dell’americano Thompson con un brutto 1 su 9 da due punti. Negli ospiti scarso l’apporto di Olasewere, ma contributo decisivo di Gallinat ben coadiuvato dal solito Bucarelli e da un Cicchetti tornato sui livelli di un mese fa. Per l’Atlante, che dista due punti dal secondo posto, prossimo impegno, ancora in trasferta, contro Forlì in un match durissimo contro una delle squadre che ha dato grande prova di superiorità, sicuramente non scalfita dalla sconfitta in questo turno sul campo di Scafati. Per la Stella Azzurra delicatissima trasferta a Chieti in un match tutt’altro che scontato e che potrebbe rilanciare i ragazzi di D’Arcangeli all’inseguimento di San Severo e Latina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *