Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L’avversario di turno: F.C. Juventus

Condividi l'articolo

Si ritorna in campo con un super classico della Serie A

In questo weekend ripartirà la Serie A dopo gli impegni delle nazionali i giocatori, chi prima e chi dopo torneranno alle loro squadre, il rientro in Italia dei sud americani è un problema per i club, perché la maggior parte degli atleti che sono stati convocati con le loro rispettive nazionali torneranno tra venerdì e sabato, quindi o non giocheranno la partita di campionato o andranno titolari senza un allenamento con la squadra.

Domenica sera alle 20:45 ci sarà Juventus – Roma, valida per l’ottava giornata del massimo campionato italiano. Una partita tra due squadre in crescita, con la Juventus che si sta riprendendo dopo un inizio di stagione negativo e adesso è forte di quattro vittorie consecutive tra cui il derby e in Champions League contro il Chelsea campione d’Europa. Mentre la Roma che si può definire la sorpresa in positivo di questo campionato, dopo un avvio importante ci sono state due sconfitte che non hanno di certo fermato l’entusiasmo giallorosso, la squadra ha già risposto con due vittorie, prima della sosta per le nazionali.

Il primo di una serie di grandi match 

Con la partita di domenica sera la Juventus e la Roma iniziano una serie di gare fondamentali per il proseguo del loro campionato. In meno di un mese potremo vedere la squadra giallorossa che avrà giocato contro Bodoe/Glimt, Napoli, Cagliari e Milan; a fine di questo ciclo di partite potremo dire se Roma avrà passato questo “esame di maturità” soprattutto con le big, che nello scorso anno sono mancati i punti negli scontri diretti.

Invece per la Juventus durerà di più il ciclo di partite fondamentali per vedere se la squadra di Massimiliano Allegri avrà ripreso gli standard da leader di questo campionato che ha caratterizzato gli ultimi dieci anni. I bianconeri affronteranno Zenit, Inter, Lazio, Chelsea e Atalanta in un mese e mezzo; partite molto delicate per il futuro della stagione.

La Juventus riparte dalla gioventù

La società bianconera vuole puntare sul futuro come si può vedere nelle ultime due finestre di mercato l’età media della Juventus è scesa di molto soprattutto con gli acquisti di Chiesa, Kean, De light, Kulusevski e Kaio Jorge ma anche con Locatelli. Questi giovani affiancati a giocatori più esperti come Chiellini, Bonucci, Alex Sandro, Danilo, Dybala, Ramsey e Cuadrado, possono migliorare molto e creare un gruppo importante per cercare di arrivare a raggiungere gli obbiettivi fissati dalla società a fine stagione.

Kean e Chiesa i due giocatori che potrebbero impensierire la difesa giallorossa

La Roma viene da due clean sheet consecutivi, contro Zorya e Empoli dopo i tre gol subiti nel derby, ovviamente le squadre che ha affrontato dopo la partita con la Lazio non sono all’altezza della Juventus ma comunque hanno aiutato la difesa romana a riconquistare la fiducia in se stessa.

Domenica sera la squadra di Mourinho dovrà fare i conti con l’attacco bianconero, con il forfait di Morata e con il recupero di Dybala ma indirizzato verso la panchina, Massimiliano Allegri schiererà molto probabilmente Kean e Chiesa come prime punte in un 4-4-2. I due giocatori della nazionale non stanno passando proprio lo stesso periodo, Federico Chiesa sta sull’onda dell’entusiasmo dall’inizio dell’europeo con una serie di prestazioni sontuose sia con la Juventus che con la nazionale, diventato giocatore chiave di tutte e due. Mentre Moise Kean non sta attraversando il suo miglior periodo di forma, l’attaccante bianconero non è ancora entrato nei meccanismi della sua squadra, infatti ha segnato solo un gol in sei presenze tra campionato e Champions League, con l’infortunio di Immobile e Belotti il Ct Roberto Mancini lo ha convocato per le final four di Nations League.

La storia del club

La Juventus Football Club, dal latino: iuventūs, «gioventù», è stata fondata nel 1897 da un gruppo di studenti liceali locali. E’ il secondo club calcistico professionistico per anzianità tra quelli tuttora attivi nel Paese, è il più titolato e con maggior tradizione sportiva in Italia e nel mondo con 70 trofei ufficiali vinti durante la militanza al vertice della piramide sportiva nazionale, tra cui il primato di 36 titoli di campione d’Italia e 11 in competizioni UEFA.

Nell’estate 2006 la giustizia sportiva revocò ai bianconeri il titolo conseguito nel 2005 e li declassò dal primo all’ultimo posto in classifica nel 2006, relegandoli d’ufficio per la prima volta nella loro storia in Serie B. La Juventus fu promossa in massima categoria un anno più tardi vincendo il campionato cadetto.

Nel 2010 Andrea Agnelli, quarto esponente della dinastia torinese, assume la presidenza del club. Sotto il suo mandato, con le guide tecniche di Antonio Conte, poi Massimiliano Allegri e infine Maurizio Sarri, i bianconeri danno vita a un quinto ciclo di successi superando la squadra del Quinquennio d’oro e inanellando nove scudetti consecutivi dal 2012 al 2020

Probabili formazioni Juventus (4-4-2):

Szczesny, De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Cuadrado, Locatelli, Bentancur, Bernardeschi, Chiesa, Kean.

A disposizione: Perin, Pinsoglio, Danilo, De Ligt, Kulusevski, Rugani, Ramsey, Pellegrini, Arthur, Dybala, 21 Kaio Jorge, Mckennie

Allenatore: Massimiliano Allegri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.