Timeout Channel

Il Portale dello Sport

L’avversario di turno: U.C. Sampdoria

Condividi l'articolo

Sampdoria in crescita

Dopo un brutto periodo che l’aveva avvicinata nella parte bassa della classifica, la formazione blucerchiata sta rispondendo alle critiche che davano quasi per esonerato il mister D’Aversa. Molto importante è stato il successo 1-3 del 10 dicembre nel derby contro il Genoa, una prestazione fondamentale per l’entusiasmo dei tifosi e dell’ambiente Sampdoria.

Dopo la vittoria fuori casa contro il Genoa la formazione ligure ha un secondo successo consecutivo contro il Torino di Ivan Juric per 2-1 in Coppa Italia, mentre nell’ultimo turno di campionato la Sampdoria è riuscita a prendere solamente un punto dal Venezia in casa, la formazione ospite è riuscita a pareggiare a tre minuti dalla fine. Adesso la formazione allenata da D’Aversa si trova al 15°esimo posto in classifica a +9 dal Genoa terzultimo, ovviamente tutto l’ambiente blucerchiato spera d’incrementare i punti tra la Sampdoria e la zona retrocessione.

Massimo Ferrero arrestato, adesso che succede alla Samp?

Proprio quando la panchina di D’Aversa era in bilico il presidente della Sampdoria stava a Milano per iniziare ad avere contatti con Dejan Stankovic ex giocatore dello storico triplete con l’Inter e attuale allenatore della Stella Rossa di Belgrado, per sostituire l’attuale allenatore dei blucerchiati.

La mattina del 6 dicembre prima che ci fosse l’incontro tra Ferrero e Stankovic, la guardia di finanza arresta il presidente della Sampdoria per reati societari e bancarotta nell’ambito di un’inchiesta della procura di Paola (Cosenza). Il club genovese non sarebbe coinvolto nelle indagini. Ferrero ha deciso comunque di dimettersi dal ruolo di presidente, come si legge in un comunicato della società.

Dopo l’arresto sono arrivate le prime dichiarazioni dell’avvocato di Massimo Ferrero, dove ha puntualizzato che la Sampdoria è estranea a tutti i fatti. Il comunicato della società dice che “Con grande stupore si è appreso dell’odierna esecuzione di una misura cautelare di custodia in carcere a carico di Massimo Ferrero e per questo che proprio per tutelare al meglio gli interessi delle altre attività in cui opera, e in particolare isolare anche ogni pretestuosa speculazione di incidenza di un tanto rispetto all’U.C. Sampdoria e al mondo del calcio, intende formalizzare le dimissioni immediate dalle cariche sociali di cui sinora è stato titolare”

Candreva e Gabbiadini i più prolifici  

In questo campionato l’uomo chiave della Sampdoria è stato senza dubbio Antonio Candreva, che con 6 gol e 5 assist fanno di lui il miglior marcatore e assist man della squadra. Ma non solo questo fa di Candreva un leader di questa squadra, è un giocatore sempre presente, un titolare inamovibile per D’Aversa che nonostante i suoi 34 anni dà il 100% per la squadra.

Un altro giocatore che sta stupendo in questo campionato ma soprattutto nelle ultime giornate è Manolo Gabbiadini con 5 gol e un assist e gli ultimi 4 gol li ha fatti nelle ultime 4 giornate, nel derby contro il Genoa gli è stato anche levato un gol perché secondo la Lega è stato un autogol, mentre per l’attaccante blucerchiato era un suo gol.

Un punto sui giocatori in partenza per Roma

Dopo la partita contro il Venezia dei giocatori sono usciti “acciaccati”, calciatori fondamentali per D’Aversa, che oltre a fare i conti con gli infortuni deve vedersela contro la Roma che viene dalla vittoria di Bergamo contro l’Atalanta con il morale alle stelle, con tutta la squadra che ha fiducia in sè stessa e con uno stadio sold out di tifosi romanisti che vogliono vedere la Roma uscire con i tre punti da questa sfida. Tornando sugli infortunati, Audero è partito con la squadra ma non dovrebbe giocare, mentre Verre non ce l’ha fatta ed è restato a Genova oltre ai soliti Vieira e Damsgaard ; invece rientra da un affaticamento Manolo Gabbiadini che si era allenato a parte.

Conferenza stampa D’Aversa: “Roma? Vogliamo continuare la striscia positiva”

“Sicuramente veniamo da una striscia positiva, l’intento nostro è continuare. Pure sapendo le difficoltà che ci sarà ad affrontare la Roma. Ci vuole voglia, determinazione per fare il risultato importante. La Roma viene da una vittoria contro l’Atalanta, quindi sono carichi. Hanno giocato un giorno prima di noi e stanno bene fisicamente. Noi vogliamo giocare questa bella partita davanti a un pubblico numeroso”.

Sul girone d’andata ha detto: “Se ragioniamo sull’arco dell’intero girone avremo potuto far meglio. Ci deve essere soddisfazione per quello che è accaduto dopo alla Salernitana, ma scinderei queste due parti di campionato. Certamente si poteva far meglio”.

La storia del club

L’Unione Calcio Sampdoria vien soprannominata “la Samp” o “il Doria”, è nata il 12 agosto 1946 dalla fusione tra la Sampierdarenese e l’Andrea Doria. La prima era iscritta alla Serie A ma si trovava in condizioni economiche estremamente precarie, mentre la seconda era stata esclusa dalla massima serie ma disponeva di un’ampia liquidità e aveva effettuato degli acquisti di primo livello; le due società, quindi, si unirono fornendo l’una il titolo sportivo e l’altra le risorse sportive e finanziarie.

La fusione tra le sezioni calcio della Sampierdarenese e dell’Andrea Doria portò all’unione sia dei rispettivi nomi che dei colori sociali: quelli biancorossoneri della prima si miscelarono dunque ai biancoblu della seconda, dando origine a una particolare combinazione, ossia una maglia blu cinta (ossia cerchiata) sul petto da una fascia biancorossonera al cui centro campeggia lo scudo di San Giorgio, simbolo di Genova. Per via del particolare disegno delle loro divise, i giocatori sampdoriani sono da sempre chiamati con l’appellativo di “Blucerchiati”.

Nel suo palmares vanta un campionato italiano nel 1990-91, una vittoria in Coppa delle Coppe UEFA nel 1990, quattro vittorie in Coppa Italia nel 1985, 1988, 1989, 1994. Una vittoria in Supercoppa italiana nel 1991.

Probabili formazioni

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Cristante, Mkhitaryan, Vina; Zaniolo, Abraham.

Allenatore: Mourinho.

A disposizione: Fuzato, Kumbulla, Calafiori, Diawara, Darboe, Bove, Zalewski, El Shaarawy, Felix, C. Perez, Shomurodov, Borja Mayoral.

SAMPDORIA (4-4-2): Falcone; Bereszynski, Yoshida, O. Colley, Augello; Candreva, Ekdal, Silva, Askildsen; Gabbiadini, Caputo.

ALL.: D’Aversa.

A disposizione: Ravaglia, Audero, Murru, Chabot, Dragusin, Thorsby, Yepes Laut, Depaoli, Quagliarella, Torregrossa, Ciervo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.