Timeout Channel

Il Portale dello Sport

ROMA-BOLOGNA 0-0 (le pagelle)

Condividi l'articolo

Rui Patricio 7.5 – Parate importanti nei primi 45’, per il resto fa da spettatore non pagante fino alla parata d’istinto su Arnautovic a due minuti dalla fine.

 Mancini 6.5 – in assenza del Ministro dellq Difesa, tocca a Gianluca recitare il ruolo del leader difensivo. Non sbaglia una chiusura.

Ibanez 6.5 – Si sistema al centro del terzetto di retroguardia. Non avrà l’esperienza né il carisma di Smallng, ma col fisico e la garra alza letteralmente un muro sul quale si infrange ogni iniziativa avversaria.

Kumbulla 6.5 – Oggetto misterioso d’inizio stagione, ora il ragazzo italo-albanese ha acquisito personalità e fiducia in sé stesso. Una parata strepitosa di Skorupski gli nega la gioia del gol.

Maitland-Niles 5.5 – Inizia benino, poi perde consistenza col trascorrere dei minuti. Niente di sorprendente in entrambe le fasi.

(dal 13’st) Karsdorp 6.5 – Molto meglio dell’ex Arsenal, sebbene accusi le fatiche dell’impegnativo giovedi di Coppa. Mette Abrham in condizione di far gol, ma TA9 spreca.

Cristante 6 – Riesce a mettere discretamente ordine al gioco romanista pur non essendo in una delle sue migliori serate.

Veretout 6.5 – Spesso nel vivo dell’azione, il suo rendimento è in crescita. Prova a mettere in mezzo qualche palla giocabile per le punte, specie dalle bandierine d’angolo sebbene il suo sia un predicare nel deserto.

(31’st) Shomurodov sv

El Shaarawy 5.5 – Si fa vedere poco, fatica ad entrare in partita.

(dal 13’st) Zalewski 6 – Un po’ col freno tirato, quantomeno rispetto al Faraone ci mette la faccia tosta tipica della sua età

Carles Perez 5.5 – Forse riesce a dare il meglio di sé quando Mourinho lo schiera a partita in corso. Non impressiona.

(dal 13’st) Pellegrini 6.5 – Cerca giocate di livello superiore, il che sovente gli riesce. In pieno recupero fa tremare il portiere avversario.

Zaniolo 6 – Prestazione senza acuti con l’attenuante della stanchezza accumulata nella trasferta nella Terra d’Albione.

Felix 5 – Lo scatto da centometrista lo ha. Solo quello però, un po’ poco per giocare in sarie A.

(dal 13’st) Abrhaam 6.5 – Karsdorp gli mette sui piedi una palla gol di platino, Tammy strozza troppo il destro e Skorupski para. Conunque non sfigura.

All.Mourinho 6 – Obbligato al turnover dalla necessità di far riposare qualche pezzo da 90, nella ripresa fa quattro cambi nello stesso slot. Quasi un cambio di linea hockeystico, i cui effetti positivi sono minimi. Protesta molto con l’arbitro, spesso a ragione.

MVP: Rui Patricio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.