Condividi l'articolo

E’ giunta l’ultima partita di Serie A prima della sosta dovuta al Mondiale in Qatar, dove la Roma affronterà tra le mura amiche il Torino.
La corazzata granata è situata al nono posto in classifica a solamente 6 lunghezze dai giallorossi. Il Mister croato Ivan Juric, dal suo arrivo in panchina risalente all’anno scorso, ha dato inizio ad un progetto intenso che sta rendendo il Torino una squadra difficile da affrontare per chiunque. I principi del Mister sono ben chiari ai calciatori infatti partita dopo partita vediamo come il Torino prenda fiducia dei propri mezzi, riuscendo di conseguenza a mettere in difficoltà qualsiasi squadra si trovi contro. Compattezza e partecipazione collettiva alla fase difensiva, marcatura a uomo e sfruttamento dei “quinti”, sono gli elementi chiave della filosofia di Juric. Nel Torino però, spesso si spenge la luce, con la squadra che ha affrontato delle partite con superficialità, mancando dell’estremo impegno richiesto dall’allenatore. Questi improvvisi blackout sono costati ai granata ben 8 punti persi contro squadre situate peggio in classifica.
Domani il Torino arriverà all’Olimpico per cercare di concludere al meglio questa parte di Campionato mettendo i bastoni tra le ruote agli uomini di Mourinho. I giallorossi a loro volta, davanti al solito stadio tutto esaurito, non vorranno sfigurare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *