Timeout Channel

Il Portale dello Sport

TRE I GOL, TRE I PUNTI

Immagine presa da 'Ilmessaggero.it'

Condividi l'articolo

SALERNO – Un netto 0-3 regala alla Lazio di Maurizio Sarri i tre punti nella sfida contro la Salernitana. I biancocelesti la sbloccano nei primi minuti del match, e sono abili a mantenere il livello d’attenzione alto per tutti i 90 minuti. Nella ripresa Lazzari – in questo periodo protagonista delle voci di mercato, ndr – firma il terzo gol e archivia di fatto la pratica ‘Salerno’. Nello svolgersi della gara, la formazione di casa non impensierisce mai la retroguardia della squadra capitolina: Strakosha, quando viene chiamato in causa, è vigile nel bloccare sul nascere i traversoni avversari.

IMMOBILE INDIRIZZA

Il bomber della Lazio impiega solamente tre minuti per indirizzare positivamente il match. In soli 180 secondi Immobile gonfia due volte la rete difesa da Belec. Il vantaggio laziale è deliziato da un colpo di tacco sublime di Milinkovic, che serve l’attaccante campano, il quale dolcemente piazza la sfera nell’angolino. Il raddoppio nasce sugli sviluppi di una progressione sulla fascia destra: Pedro entra in area e avverte il movimento di Immobile, che da distanza ravvicinata la butta dentro. Qualche minuto più tardi l’ex-Siviglia sfiora la tripletta, con un colpo di testa che si stampa dritto sulla traversa, e nel rimbalzare sul manto erboso, non supera la linea.

MILAN, ITALY – JANUARY 09: Ciro Immobile of SS Lazio celebrates a frist goal during the Serie A match between FC Internazionale v SS Lazio at Stadio Giuseppe Meazza on January 09, 2022 in Milan, Italy. (Photo by Marco Rosi – SS Lazio/Getty Images)

LAZZARI SIGILLA

Ultimamente è al centro delle maggiori voci di mercato; oggi, tuttavia, si concentra solamente sulla gara in corso. L’ex-Spal entra al 59′ al posto di Marusic, e 7 minuti più tardi sigla il terzo gol biancoceleste. Al 66′ Felipe Anderson conduce il pallone verso la porta e lui fa ciò che gli riesce meglio: correre il più veloce possibile. Il brasiliano nota la sovrapposizione del compagno e lo premia, Lazzari riceve, punta Belec e infligge il colpo. 0-3! Nell’esultanza si toglie la maglia e negli occhi si nota il sollievo e la soddisfazione del gol appena segnato.

GIUSTO COSI’

Una buona prova, in una gara non scontata. La Salernitana proveviva dall’ottima vittoria contro l’Hellas Verona; la Lazio da un periodo non splendente. Certo, per dovere di cronaca è giusto sostenere che aspettarsi e, in qualche modo pretendere i tre punti questo pomeriggio era il minimo indispensabile. Ciò che va sottolineato è la prestazione mentale di Luis Alberto e compagni: La Lazio non è mai calata d’intensità. Non ha mai rischiato nulla, nè concesso spazi di manovra alla Salernitana. Quando è andata sullo 0-3, è stata abile a proteggere il risultato con un possesso palla che ha lasciato scarse possibilità di reazione agli avversari. Un buon risvolto quello osservato questa sera, una squadra che finora ha dimostrato fragilità, oggi è stata perfetta sotto ogni punto di vista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.