Timeout Channel

Il Portale dello Sport

Verona-Lazio: El Cholito cala il poker

immagine presa da 'sport.sky.it'

Condividi l'articolo

VERONA – Dal rettangolo verde del Bentegodi la Lazio torna a Roma con una certezza: ricercare la propria identità. Ci ha pensato Simeone, realizzando una quadripletta, a far dimenticare la soddisfacente vittoria ottenuta contro l’Inter la settimana scorsa. A poco è servito il gol di Ciro Immobile, con il quale i biancocelesti hanno accorciato le distanze, ma non sono riusciti a ristabilire l’equilibrio nel match.

PIU’ VERONA CHE LAZIO

La prima frazione di gara è interamente all’insegna degli uomini di Igor Tudor. L’Hellas Verona ha impattato bene la gara, con la mentalità giusta, aggredendo in ogni dove i biancocelesti e con la voglia di uscire dal campo con i tre punti in tasca. La percezione generale è che proprio questa sete di vittoria sia mancata a Milinkovic e compagni. Alla mezz’ora del primo tempo i padroni di casa sono passati in vantaggio. Caprari, sfruttando il mal posizionamento della retroguardia ospite, ha infilato in area di rigore Simeone, che con un ‘tocco sotto’ ha piazzato la sfera alle spalle di Reina. Dopo l’1-0, il Verona ha continuato a pressare la Lazio nella metà campo offensiva e il raddoppio non è tardato ad arrivare. Al 36′ Reina ha fallito completamente un rinvio, le casacche blù sono ripartite in velocità e, Simeone, sull’onda dell’entusiasmo ha disegnato una traiettoria potente e precisa che si è insaccata in rete.

LA LAZIO ACCORCIA, MA E’ SOLO UN’ILLUSIONE

Le premesse erano buone, ciò che si è visto in campo ancor di più. Dopo appena quarantacinque secondi dall’inizio della ripresa Immobile, servito da Milinkovic, è riuscito a firmare la rete del 2-1. Così i biancocelesti hanno provato a spingere all’attacco e, per una questione di millimetri, Felipe Anderson è andato vicinissimo alla rete del 2-2.

NEL SEGNO DI SIMEONE

E’ stata la sua partita. Ha segnato quattro gol e si è preso tutti gli applausi del Bentegodi, più che meritati. Al 62′, ‘El Cholito’ ha deciso di chiudere definitivamente la questione ‘Lazio’. Servito nuovamente da Caprari, il numero 99 ha incrociato la conclusione trovando il gol del 3-1. Infine, quando tutto ormai sembrava concluso, i ritmi si erano quasi azzerati, l’ex-Cagliari ha trovato il modo di calare il poker personale, incornando di testa su cross di Faraoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.